Madre di tre figli muore a 38 anni,
disposta l’autopsia: c’è un indagato

RECANATI - Genair Gugliotta si è spenta all'ospedale di Macerata dove era stata ricoverata in seguito ad una crisi respiratoria. Il pm vuole chiarire le cause della morte e se sia legata all'assunzione di qualche sostanza. Il ricordo del figlio: «Non potrò mai dimenticarti e resterai sempre nel mio cuore»
- caricamento letture
genair-gugliotta2-325x291

Genair Gugliotta

 

Ricoverata a Macerata, si è spenta a 38 anni Genair Gugliotta, madre di tre figli. La donna, originaria della Sicilia e residente a Recanati nel quartiere Le Grazie, nelle case popolari di via Mascambruni, è stata trasportata all’ospedale del capoluogo domenica pomeriggio dopo aver accusato gravi problemi respiratori.

Le sue condizioni di salute, purtroppo, sono rapidamente peggiorate sino al decesso avvenuto nella notte. Sulle cause della morte sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri, è stato avvisato il magistrato di turno, Vincenzo Carusi, anche per capire se siano legate all’assunzione di qualche sostanza e se dietro questa tragedia ci possa essere una overdose, che al momento è il sospetto degli inquirenti. Ma solo l’autopsia, che è stata disposta dal sostituto, affidata al medico legale Roberto Scendoni e al tossicologo Rino Froldi, potrà fare chiarezza su cosa è accaduto. Il pm ha aperto un fascicolo d’indagine e c’è un indagato (si tratta di un atto dovuto per poter partecipare all’autopsia).

Arrivata nella città leopardiana alcuni anni fa, era stata seguita dai servizi sociali e da poco aveva ottenuto l’assegnazione della casa popolare. Oltre ai tre figli, lascia l’attuale compagno.

In tanti sui social stanno esprimendo tutto il loro cordoglio e la vicinanza alla famiglia e al compagno. Toccanti le parole del figlio Emanuel sul suo profilo Facebook: «Ti prometto che non lascerò che le lacrime macchino i sorrisi e i bei ricordi che mi hai regalato. Potrei fingere di sembrare forte, ma mentirei. Questo è il momento più triste della mia vita. Già mi manchi mamma. Per la prima volta, sembra che la vita mi abbia tradito. Ha portato via la persona a cui tenevo di più. Non potrò mai dimenticarti e resterai sempre nel mio cuore lasciando questo vuoto che nessuno sarà mai in grado di colmare. Spero che lassù hai smesso di soffrire e che finalmente troverai la pace che hai sempre cercato. Riposa in pace».
(Redazione Cm)
(Ultimo aggiornamento alle 15)


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =