Sussidi per i centri estivi,
venerdì scadono le domande

RECANATI - L'amministrazione ha messo a disposizione un fondo di 30mila euro per contribuire ai costi sostenuti dalle famiglie per la partecipazione dei bambini e delle bambine di età compresa tra 3 e 14 anni
- caricamento letture

 

Antonio-Bravi-Sindaco-Recanati-3-325x217

Antonio Bravi, sindaco di Recanati

Scadono venerdì 8 luglio alle 14 i termini del bando per la presentazione della domanda di richiesta sussidi al comune di Recanati per la copertura dei costi sostenuti dalle famiglie per la partecipazione dei propri figli ai centri estivi. L’amministrazione ha voluto dare continuità all’esperienza dei centri estivi, mettendo a disposizione un fondo di 30mila euro ricavati nel proprio bilancio per contribuire ai costi sostenuti dalle famiglie per la partecipazione dei bambini e delle bambine di età compresa tra 3 e 14 anni. «Nonostante nel momento in cui abbiamo preso la decisione ancora non si sapesse che il Governo sarebbe intervenuto con l’erogazione di fondi, abbiamo voluto garantire un supporto alle famiglie con maggiori difficoltà per motivi economici o per la presenza di minori con disabilità – ha dichiarato il sindaco Antonio Bravi -. Dalle informazioni ora in nostro possesso sappiamo che il contributo governativo ci sarà assegnato verso la fine di agosto. In quel momento capiremo quale sarà il tipo di utilizzo che potrà esserne fatto, in base ai vincoli di legge e alle esigenze che nel frattempo avremo rilevato».

Lo scorso anno ai bambini e alle bambine di Recanati, non già beneficiari di sostegni per le stesse finalità, sono stati erogati circa 500 voucher del valore di 100 euro per ogni minore fino a 14 anni iscritto a un centro estivo di Recanati, tale importo diventava di 200 euro per ogni minore appartenente a un nucleo familiare con Isee inferiore a 11.967,28 euro ( un valore pari a due volte l’assegno sociale Inps) e di 500 euro per ogni minore disabile fino a 18 anni. Nell’edizione del 2021 il Comune ha stanziato complessivamente circa 18mila euro per poter andare incontro a tutte le richieste pervenute, accanto ai fondi ministeriali.

Ass-Paola-Nicolini1-325x208

L’assessora Paola Nicolini

«Quest’anno, al momento dell’uscita del nuovo bando per l’edizione attuale dei centri estivi, in mancanza di fondi provenienti da interventi ministeriali e sulla base dei dati ricavati dalle richieste dell’anno precedente, l’amministrazione ha messo a disposizione 30mila euro su fondi propri, lasciando comunque inalterati i contributi da erogare a bambini e bambine con certificazione di disabilità che anche quest’anno ammontano a 500 euro senza presentazione dell’Isee. In tal modo si assicura la copertura di circa due settimane di frequenza, anche nel caso di situazioni che richiedano il rapporto di un educatore/educatrice per ogni bambino o bambina – ha spiegato l’assessora alle Politiche sociali Paola Nicolini -. È stato stabilito inoltre un contributo di 120 euro per bambini e bambine provenienti da famiglie con Isee 2022 del valore pari o inferiore a 12.170,60 euro, sempre al fine di assicurare la frequenza di almeno un paio di settimane».

Centri-estivi-2-325x244Da giugno sono in corso di svolgimento in tutto il territorio centri estivi che erogano servizi socio-educativi e/o di educazione motoria e sportiva, musicale, teatrale, ludico-ricreativa e naturalistica, organizzati da associazioni e/o operatori economici operanti nel territorio di Recanati, con un’ampia gamma di offerte tra le quali scegliere, lungo tutto il periodo della sospensione della scuola.

Il termine per la presentazione delle richieste è fissato per venerdì 8 luglio alle 14.

Il sussidio spettante sarà erogato ai beneficiari ammessi a contributo, a titolo di rimborso della spesa effettivamente sostenuta e a fronte della consegna della relativa documentazione attestante la frequenza del centro estivo e il pagamento della retta. «Sottolineiamo che, per comprovate esigenze e su base di apposita relazione delle assistenti sociali, il contributo spettante potrà essere concesso anticipatamente a seguito della verifica dei requisiti di ammissione, come già indicato nel bando» ha aggiunto Paola Nicolini.

L’istanza dovrà essere presentata solo ed esclusivamente da uno dei due genitori utilizzando apposito modello predisposto dall’ufficio e dovrà pervenire all’ente in modalità cartacea direttamente agli uffici Pua in piazza Leopardi 26 (sopra all’ufficio anagrafe) e Urp in piazza Leopardi 26 (locali ufficio anagrafe) nei seguenti giorni ed orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 o a mezzo Pec all’indirizzo: comune.recanati@emarche.it.
Per informazioni è possibile contattare l’ufficio Servizi sociali ai seguenti numeri telefonici: 0717587293/0717587478.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =