Omicidio di Vanessa Russo,
Doina Matei è nullatenente:
lo Stato risarcirà i familiari

DELITTO DELLA METRO - La donna romena, arrestata a Tolentino, aveva colpito con la punta di un ombrello la studentessa. Venne condannata a 16 anni per omicidio preterintenzionale
- caricamento letture
Doina-Matei

Doina Matei arrestata dai carabinieri

 

Sarà lo Stato a risarcire la famiglia di Vanessa Russo, la ragazza di 23 anni uccisa nel 2007 nella metropolitana di Roma da Doina Matei che la colpì con un ombrello all’occhio dopo una discussione nata su di un convoglio e proseguito sulla banchina. Doina Matei, che venne arrestata dai carabinieri a Tolentino, è nullatenente. Da qui la decisione della corte d’appello di Roma che ha accolto il verdetto della Corte Ue disponendo che spetta allo Stato il risarcimento di 760mila euro ai parenti di Vanessa Russo.

Doina Matei, 35 anni, rom, era stata condannata in via definitiva nel 2010 a 16 anni per omicidio preterintenzionale e nel 2019 era tornata libera quando il magistrato di sorveglianza del Tribunale di Venezia ha firmato l’atto con cui ha certificato il fine pena. La detenzione per Matei si era conclusa con 4 anni di anticipo in quanto, grazie alla buona condotta, i detenuti usufruiscono di 45 giorni di sconto ogni sei mesi dall’ingresso in carcere. Matei era finita in manette dopo che il 26 aprile del 2007 aveva ucciso la studentessa universitaria colpendola all’occhio con la punta di un ombrello. Era successo alla stazione Termini di Roma. La giovane morì dopo un giorno di agonia. Intanto partì la caccia per rintracciare la donna che aveva ucciso Vanessa e quella che era con lei quando scoppiò la lite per la studentessa che secondo le cronache dell’epoca era nata dopo un abrusca frenata della metro. Dopo tre giorni di ricerche la sera del 29 aprile Doina Matei e l’altra ragazza vennero rintracciate e bloccate a Tolentino dai carabinieri guidati dal capitano Eugenio Stangarone. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni = 1