Furti di bancomat nei negozi:
arrestata ladra seriale

INDAGINE - In manette una 21enne, a cui sono stati addebitati 19 colpi commessi tra luglio e settembre in varie città d'Italia, tra cui Sirolo e Porto Recanati. Con altre tre indagate, avrebbe anche utilizzato indebitamente le carte di credito sottratte, prelevando agli Atm
- caricamento letture

Foto38249-650x435

i carabinieri di Numana in una foto d’archivio

 

Tredici furti consumati in poco meno di due mesi: arrestata una ladra seriale. Le manette nei confronti di una 21enne residente nel Riminese sono scattate al termine di un’indagine coordinata dai carabinieri della stazione di Numana, iniziata dopo la denuncia di un furto commesso a Sirolo, il 4 luglio del 2021. La ragazza, che ha messo a segno un colpo anche a Porto Recanati, è stata messa ai domiciliari.

Stando a quanto emerso, la donna agiva con tre complici: mentre una di esse distraeva il titolare dell’esercizio commerciale, le altre si introducevano all’interno di soppiatto, asportando prevalentemente il portafogli custodito nei pressi della cassa. Commesso il furto, il gruppetto guadagnava la fuga con un’auto noleggiata, una Opel Corsa di colore grigio, abbandonando ai bordi delle strade poco distanti quanto asportato, non prima di aver sottratto denaro contante e tessere bancomat. In talune circostanze, presso gli Atm delle banche di località limitrofe, effettuavano prelievi fraudolenti, anche di somme cospicue.
A partire dal mese di luglio e sino a settembre 2021 il quartetto si sarebbe reso responsabile, a vario titolo, di 13 furti e 6 prelievi fraudolenti, commessi nelle province di Ancona, Macerata, Forlì-Cesena, Pesaro, Rimini, Grosseto, Viterbo, Genova, Venezia, Ravenna, Padova, Verona e Treviso, per un ammontare complessivo di circa 20mila euro.

Per quanto riguarda la provincia di Ancona, il primo furto risale al 4 luglio, a Sirolo, commesso ai danni di un 77enne titolare di una profumeria. Il bottino: un portafogli contenente denaro contante 600 euro e una carta di credito della BCC di Filottrano. Lo stesso giorno, si è registrato un altro furto a Porto Recanati: rubata da una profumeria la carta di credito della Banca Intesa San Paolo e Bnl. Non è stata prelevata alcuna somma per la mancata individuazione e digitazione del corretto Pin.
Il 5 luglio furto a Forlì ai danni di un 56enne, derubato di un beauty case custodito nel retro del proprio negozio di intimo, contenente la somma di 200 euro, documenti personali, la sua carta di credito emessa dalla Banca Intesa San Paolo, la tessera bancomat emessa dalla Bper. Il 7 luglio colpo a Pesaro, l’11 luglio a Follonica, il 12 triplo furto: a Tarquinia, Orbetello e Santa Margherita Ligure. Il 5 agosto blitz a Dolo e Spinea, il 31 agosto furti a Faenza e Cesenatico. In quest’ultimo caso sono stati rubati monili in oro per un valore di 5mila euro ai danni di un gioielliere. Dal 7 al 10 settembre sono stati conteggiati 7 episodi, tra furti e utilizzo indebito di carte di credito, tra Legnaro, Garda, Pescheria del Garda, Camposampiero e Vittorio Veneto.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =