«La pistola? Scoperta in una vecchia nave
Cercavo oggetti per il ristorante»

CIVITANOVA - Carmine Annacondia è comparso oggi davanti al gip del tribunale di Macerata dopo l'arresto per un'arma clandestina. L'indagine della polizia era nata da presunte minacce a un ex dipendente. Il giudice ha disposto i domiciliari
- caricamento letture

tribunale-macerata-polizia-penitenziaria-1-650x488

 

«La pistola l’ho trovata nel relitto di una barca al porto di Civitanova», questa la giustificazione di Carmine Annacondia, tranese, residente a Civitanova, per l’arma che la polizia ha trovato nella sua abitazione sabato e che ha portato al suo arresto. Tutto era però cominciato prima, con una minaccia che aveva fatto ad un suo ex dipendenti: «Tanto ti uccido, te e tuo padre» avrebbe detto il 44enne che lavora in un ristorante di Civitanova, di proprietà della moglie. Annacondia è finito in una indagine condotta dalla Squadra mobile di Macerata e dal commissariato di Civitanova nata proprio dalle presunte minacce che avrebbe fatto ad un ex dipendente.

gabriele-cofanelli

L’avvocato Gabriele Cofanelli

Da qui la perquisizione e il rinvenimento di una pistola marca Bruni modello 92. Un’arma clandestina, senza numeri e contrassegni e con matricola probabilmente abrasa. La pistola ha la canna otturata e aveva un caricatore con una cartuccia priva di ogiva. Annacondia era stato arrestato e oggi dal carcere di Montacuto di Ancona ha partecipato via video alla convalida dell’arresto che si è svolta davanti al giudice Claudio Bonifazi.

Annacondia è assistito dagli avvocati Gabriele Cofanelli, Massimiliano Cofanelli e Gerardo Marcantoni. Nel corso dell’udienza ha detto che «siccome mia moglie ha un ristorante, ero andato al porto di Civitanova, circa un anno fa, a cercare degli oggetti da poter mettere nel locale. All’interno di una vecchissima imbarcazione, abbandonata, ho trovato la pistola». Questa la spiegazione data dal 44enne. Il giudice Bonifazi ha convalidato l’arresto e disposto i domiciliari per Annacondia. All’udienza di convalida di oggi doveva rispondere del solo reato di possesso di arma clandestina. L’uomo è inoltre indagato per le minacce.

(Gian. Gin.)

Minaccia un uomo, arrestato 44enne per detenzione di arma clandestina



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1