Sotto accusa per bancarotta:
assolto titolare di una concessionaria

MACERATA - Franco Moretti era imputato in tribunale quale legale rappresentante della Cioci. Oggi è stato prosciolto con formula piena. La difesa ha sostenuto che riuscì a tutelare i creditori e non a fargli un danno
- caricamento letture
cofanelli-massimiliano

Il legale Massimiliano Cofanelli

 

Sotto accusa l’imprenditore Franco Moretti per la bancarotta preferenziale nel fallimento della Cioci srl: oggi è stato assolto al tribunale di Macerata «perché il fatto non sussiste». Moretti, maceratese, 81 anni, era finito sotto accusa per aver effettuato, quale legale rappresentante della Cioci srl (società fallita) e della Moretti Franco sas, un pagamento in favore dell’istituto bancario Unicredit dell’importo di 60mila euro a transazione della intera posizione debitoria pari ad oltre 100mila euro, immediatamente prima della dichiarazione del fallimento della Cioci srl che era avvenuto 5 mesi dopo il versamento. Secondo l’accusa il pagamento alla banca avrebbe avuto il solo scopo di favorire la Unicredit a discapito dagli altri creditori (con un danno di 60mila euro).

Cofanelli_FF-2-e1634827923157-625x650

L’avvocato Gabriele Cofanelli

Nel corso del processo i legali di Moretti, gli avvocati Gabriele Cofanelli, Massimiliano Cofanelli, Marcello De Sanctis, hanno dimostrato come il pagamento fosse stato effettuato non direttamente dalla società fallita Cioci srl, ma dalla collegata Moretti Franco sas in qualità di garante della fideiussione bancaria accesa all’Unicredit e con il solo scopo di garantire la prosecuzione dell’attività sociale di entrambe le compagini interessate alla operazione. Il pm Enrico Riccioni, nella sua requisitoria, ha chiesto la condanna a 2 anni per Moretti. La difesa ha sottolineato come proprio l’intercorsa transazione aveva impedito l’avvio di procedure esecutive nei confronti dei beni sociali e dello stesso immobile dove veniva svolta l’attività, senza alcun danno per la massa dei creditori. Il collegio del tribunale di Macerata, sentite accusa e difesa, ha assolto con formula piena l’imprenditore: «perché il fatto non sussiste». Grande soddisfazione per la sentenza (a 4 anni dall’inizio del processo) per Moretti, imprenditore conosciuto in provincia per la sua concessionaria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X