Leonardo Curzi alla Chilavert,
lascia i pali e segna su punizione
il gol decisivo al 96esimo (Video)

PORTIERE GOLEADOR - Nel big match di Seconda Categoria fra Borgo Mogliano (primo) e Sarnano (secondo) il numero 1 dei locali realizza in pieno recupero la rete del pareggio: «Io non l'avrei mai tirata, ma il mister e i compagni hanno voluto che battessi io. È stata un'emozione grandissima»
- caricamento letture
Il portiere Curzi segna su punizione

 

di Michele Carbonari

Fino a pochi anni fa giocava a calcetto con gli amici per puro divertimento, ora è il titolare della squadra di calcio a 11 del suo paese, il Borgo Mogliano, e oggi, al 96′, lascia i suoi pali per battere la punizione vincente dell’1 a 1. Una giornata che Leonardo Curzi non dimenticherà mai, il portiere del Borgo Mogliano che ha fatto esplodere di gioia compagni e tifosi.

Leonardo-Curzi

Leonardo Curzi, portiere del Borgo Mogliano

Allo stadio di Mogliano si gioca il big match e scontro diretto del girone F di Seconda categoria fra il Borgo (primo) e il Sarnano (secondo). Gli ospiti passano in vantaggio sugli sviluppi di un angolo e si apprestano ad effettuare il sorpasso in classifica e, di conseguenza, ad infliggere il primo ko ai ragazzi di Persichini. Ma non hanno fatto i conti con l’estremo difensore locale Leonardo Curzi, classe ’98, che non è nuovo a battere i calci piazzati. Ogni fine allenamento, infatti, prova sempre le punizioni. È lui stesso a raccontare questo indelebile momento. «È stata un’emozione grandissima. Io non l’avrei mai tirata, ma il mister e i compagni hanno voluto che battessi io. Alla fine ho preso il pallone ed è andata com’è andata – spiega il moglianese Leonardo Curzi -. In allenamento mi piace battere le punizioni. A fine seduta, anche da solo, provo qualche calcio piazzato. In questo caso sono andato lì e ho cercato soprattutto di prendere la porta. Ho tirato forte sul palo del portiere, c’erano alcuni attaccanti nostri a dar fastidio ed è entrata». Leonardo Curzi ripercorre anche la sua esperienza nel mondo del calcio. «Ho giocato sempre a Mogliano. Fino a due tre anni fa facevo calcetto, con il Csi, fra amici, per divertimento. Poi mi è capitata l’opportunità di essere in prima squadra, sapendo di potermi giocare il posto e ora sono titolare. Sinceramente non mi interessava una carriera calcistica, certo che se capita ben venga. In futuro rimarrei tranquillamente a Mogliano, mi trovo bene con i compagni, siamo tutti amici. Per questo gol mi sento di ringraziare la squadra, che mi da fiducia. Ora stiamo facendo aperitivo in un bar qua a Mogliano, e purtroppo ho offerto io – scherza il portiere del Borgo -. Al di là del gol direi che è andata benissimo. Abbiamo fatto un risultato importante in uno scontro diretto: prima contro seconda. Ancora non abbiamo perso, invece con una loro vittoria sarebbero passati avanti. Siamo primi in classifica quindi ci proviamo, siamo lì e non ci nascondiamo. Speriamo bene».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X