Artisti di strada, vasai e natura:
Leguminaria si svela

APPIGNANO - Presentata la nuova edizione dell'iniziativa che è riuscita a mantenere le sue caratteristiche nonostante le norme anticontagio. Il sindaco Calamita: «Spiace per i tanti volontari che animano con entusiasmo la manifestazione e che ora sono in stand by: ci auguriamo tutti che nel 2022 si possa tornare al passato con le cantine tipiche nuovamente aperte»
- caricamento letture
leguminaria-2019-16-325x158

Leguminaria (2019)

 

di Mauro Giustozzi

Ceci, fagioli, lenticchie, torna per il 19esimo anno consecutivo ‘Leguminaria’ la manifestazione culturale ed eno-gastronomica fiore all’occhiello della Marche, organizzata dalla Pro Loco di Appignano in collaborazione con Comune, Regione Marche, Maestri Vasai appignanesi e associazione I Legumi di Appignano, ma lo fa con una veste tutta nuova, con i pasti che verranno consumati esclusivamente nei ristoranti e non stavolta nelle tradizionali cantine. Leguminaria dal 15 al 17 ottobre è un evento che è cresciuto nel corso del tempo, fino ad ospitare il concorso nazionale denominato ‘CeramicAppignano’ giunto alla settima edizione e la mostra d’arte allestita con le opere realizzate dagli artisti ed il convegno ad essa legato. A presentare l’edizione 2021 in videoconferenza Mariano Calamita, sindaco di Appignano, Stefano Montecchiarini, assessore comunale al Turismo, Mariella Carnevali, presidente della Pro Loco e Anna Gagliardini, presidente Mav scuola di ceramica comunale.

Sindaco-Calamita

Il sindaco Mariano Calamita

«Quest’anno dobbiamo tenere conto del covid e quindi sarà un’edizione che ne risentirà ancora, anche se rispetto al 2020 passi avanti li faremo –ha sottolineato il sindaco Calamita- nel senso che i piatti tipici si potranno gustare in tutti quei ristoranti che hanno dato la loro adesione, di Appignano e del circondario. Poi tornerà la fiera enogastronomica, la mostra mercato ed altre iniziative che effettueremo rispettando appieno i protocolli di sicurezza previsti. Non è stato possibile utilizzare le tipiche cantine del centro storico perché non c’era possibilità di distanziamento in quanto i locali sono piccoli. I ristoranti che hanno aderito rispetteranno i disciplinari di Leguminaria nel servire i prodotti. Spiace per i tanti volontari che animano con entusiasmo la manifestazione e che ora sono in stand by: ci auguriamo tutti che nel 2022 si possa tornare al passato con le cantine tipiche nuovamente aperte». Intanto per giovedì 14 ottobre è prevista un’anteprima di Leguminaria decisamente interessante: alle 21.15, nella sala ex Circolo cittadino, l’associazione Prometeo organizza la presentazione del libro ‘Marche d’Autore’. «Le cantine rappresentano da sempre un valore aggiunto di Leguminaria –ha ribadito la presidente della Pro Loco, Mariella Carnevali- però diversamente quest’anno non si poteva fare per cui ci affideremo ai ristoranti che serviranno le nostre produzioni locali, quelle degli agricoltori della zona custodi dei semi di fagioli e ceci che solo qui si coltivano. Poi ci sono tanti eventi collaterali e manifestazioni dalle passeggiate in bici allo spettacolo itinerante Borgo racconta che si sposterà in tutte le zone di Appignano nei tre giorni dell’evento». Tra questi gli appuntamenti con gli Artisti di strada in via dei Vasai, presso la Scuola di Ceramica Mav e la Fontana Borgo XX Settembre con Abele – Duo Acefalo + Tullio Bugari, Tommaso Gagliardini e Danilo Donninelli , Mattia Buonaventura De Minicis.

Assessore-Montecchiarini-2-e1634126920472-325x171

L’assessore Stefano Montecchiarini

«Tra le novità di questa edizione ci sono certamente la passeggiata cicloturistica ambientale – ribadisce l’assessore comunale Stefano Montecchiarini – ai cui partecipanti verrà dato un pacco contenente legumi ed il ristoro stesso sarà a base di legumi. Poi la passeggiata lungo il torrente Monocchia che unisce ambiente a ceramica, in quanto lungo questo corso d’acqua un tempo si trovavano i ‘macinetti’ da cui si estraeva il pigmento per la colorazione della ceramica. Un momento esperienziale all’aria aperta col gruppo che sarà accompagnato da momenti di musica popolare e folkloristica anche grazie alla presenza de ‘Li Pistacoppi’ che crediamo sarà apprezzato dai partecipanti. Le cantine del centro saranno invece utilizzate per allestire mostre di quadri e foto d’epoca di Appignano e dei mestieri. Poi ancora il concorso nazionale di ceramica ‘Panta Rhei’ al quale hanno aderito 70 artisti, molti gli stranieri, da cui sono state selezionate 47 opere, il convegno sui legumi e il morto raduno previsto per domenica». Diverse le mostre in programma: da quella su ‘Peppe Testa e le radici della terracotta’ in via San Giovanni Battista aperta tutti e tre i giorni della manifestazione per continuare con Borgo Ceramica mostra mercato con una ventina di espositori in via dei Vasai domenica dalle 10 alle 19. Sabato sarà possibile visitare la Mav, la scuola comunale di Ceramica e sperimentare l’antica arte dei vasai mentre domenica mostra di quadri organizzata dall’associazione App Creativa nell’ex Circolo cittadino visitabile dalle 10 alle 13 e poi dalle 14.30 a oltranza.

Anna-Gagliardini

Anna Gagliardini

«La mostra su Peppe Testa scomparso di recente riguarderà una intera famiglia –ha ricordato Anna Gagliardini- di cui lui è stato l’ultimo rappresentante che da 1850 ad oggi ha esercitato il mestiere di ceramista. Si ripercorreranno le figure del padre Giacinto e dello zio Fulvio che parteciparono anche alla realizzazione della targa che si trova nella scuola d’infanzia di Appignano. Il fine della nostra azione è quella di valorizzare la tradizione ceramista del paese partendo da coloro che l’hanno creata». Si potrà mangiare nei ristoranti di Appignano che stanno registrando già picchi di prenotazioni per i tre giorni. Pe ragioni di sicurezza non verranno distribuite le tradizionali cocce. Chi lo desidera può effettuare l’asporto nel punto di Borgo XX Settembre gestito dalla Pro Loco. I ristoranti che aderiscono a Leguminaria sono Agriturismo Il Confine, Osteria Peperondino, Country House La Colombaia, Villa del Cerro, Magna Marchigiano da Gio’. Ogni ristorante ha il suo menu con prenotazione obbligatoria. Inoltre sabato e domenica andrà in scena il Mercatino delle tipicità per le vie del paese.

Carnevali-della-Pro-Loco

Mariella Carnevali della Pro loco

Questo il programma degli spettacoli previsti a Leguminaria 2021. Venerdì 15 ottobre alle 21 Concerto de ‘I Sette in Condotta’, solo musica italiana in piazza Umberto I. Sabato 16 ottobre ‘Il Borgo Racconta che…’ le vecchie storie di Appignano diventano spettacolo grazie all’associazione Gli Stronati. Spettacoli alle ore 16 e alle 18 con prenotazione obbligatoria: partenza da borgo XX Settembre. Prenotazione obbligatoria al numero 392 0777456. Alle 19 reading musicale ‘Mezzadro mezzo ladro’ con Duo Acefalo + Tullio Bugari alla chiesa di San Giovanni Battista. Seguirà il concerto dei Folkantina /Jack and the Jackals. Nel corso della giornata esibizione di stornellatori e canto a dispetto nell’area della fiera delle tipicità.
Domenica 17 ottobre alle 11 tocca al Corpo Bandistico Città di Appignano ed esibizione Vi.Da. Dance in piazza Umberto I; alle 17 sarà il momento di Carmine Torchia & Mattia Buonaventura De Minicis in “…canzoni di De André e Ferré” ed alle 20 i Route 77 sempre in piazza Umberto I.

 

A Leguminaria “Panta Rhei” e si va con la Legu-bike



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X