Punto nascite, udienza al Tar
a cinque anni dalla chiusura

SAN SEVERINO - L'udienza di merito si svolgerà il prossimo anno. Il tribunale aveva respinto le richieste di sospendere la chiusura
- caricamento letture
Ospedale-San-Severino

L’ospedale di San Severino

 

Si discuterà il 12 gennaio 2022, davanti al Tar Marche, il ricorso contro la chiusura del punto nascita, presentato nel gennaio 2016 dal comune di San Severino, assistito dagli avvocati Simona Tacchi e Mario Cavallaro. Si tratta dell’udienza di merito, che si terrà ben cinque anni dopo l’avvenuta chiusura della struttura, per cui il comitato per la difesa e la tutela dell’ospedale settempedano, presieduto da Marco Marchetti, aveva raccolto ben 22mila firme, organizzando negli anni una serie di manifestazioni di protesta. Anche lo stesso comitato, tramite i legali Stefano Filippetti e Marco Massei, che ricopre il ruolo di vicepresidente, aveva presentato ricorso contro i provvedimenti regionali della giunta allora guidata da Luca Ceriscioli, che avevano disposto la chiusura del reparto, in cui nascevano ben oltre 500 bambini l’anno, soglia minima prevista dalla legge. All’epoca si era salvato dalla chiusura il punto nascita di Fabriano, benché le nascite annuali fossero inferiori alle cinquecento. Il Tar Marche nel febbraio 2016, aveva respinto le richieste di sospensiva della chiusura del punto nascita di San Severino, presentate sia dal Comune, che dal comitato. Alla notizia annunciata durante la presentazione della lista “San Severino Cambia”, risponde con il suo commento l’avvocato Marco Massei, tuttora impegnato nel portare avanti la battaglia, per conto del comitato: «Insieme al collega Stefano Filippetti abbiamo insistito per la fissazione dell’udienza di merito, in quanto l’appello al consiglio di Stato da noi presentato, ha demandato al Tar, la definizione delle questioni di merito. Attendiamo anche noi che venga fissata la discussione dell’udienza di merito del nostro ricorso, che non ci è ancora pervenuta. Non sappiamo se i due ricorsi saranno discussi insieme o separatamente. Noi attendiamo da parte del Tar che ci sia un’attenzione su una questione fondamentale per la città, attendiamo fiduciosi la data dell’udienza alla quale saremo presenti anche noi, speriamo che il Tar dedichi l’attenzione dovuta, ad una materia come quella della sanità». 
(M. Or.)


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X