“Fragili e inimitabili,
Alzheimer Fest in viaggio”
«L’unico farmaco è la socialità»

MACERATA - Manuela Berardinelli, presidente Afam, ha presentato in Comune la manifestazione che si terrà da venerdì a domenica. Con lei il sindaco Parcaroli, la vice D'Alessandro e il presidente Irc Giuliano Centioni
- caricamento letture

 

 

Presentazione-Alzheimer-Fest-2-650x433

Giuliano Centioni, Francesca D’Alessandro, Sandro Parcaroli e Manuela Berardinelli durante la conferenza

di Iralba Murati 

Macerata abbraccia con un’iniziativa le persone affette da Alzheimer .«Siamo la città amica delle persone con demenza, questo non è un semplice progetto, è uno stile di vita. Educhiamo un’intera comunità a diventare accogliente e comprensiva verso la fragilità» afferma Manuela Berardinelli, presidente dell’ associazione Afam Alzheimer Uniti Marche Odv, alla conferenza stampa tenutasi oggi a Macerata nella sala consiliare del Palazzo municipale in piazza della Libertà, per presentare il programma di un progetto “La nostra forza: fragili, inimitabili-Alzheimer Fest in viaggio” che celebra la giornata mondiale dell’Alzheimer attraverso tre giornate, ovvero: il 17,18 e 19 settembre dedicate alle persone fragili e affette da Alzheimer.

Giuliano-Centioni-e-Francesca-DAlessandro«Il titolo dell’iniziativa contiene la parola inimitabili, in questo termine è contenuta l’unicità della persona umana, anche quando essa perde i riferimenti cognitivi – spiega  Francesca D’Alessandro vicesindaco ed assessore ai servizi sociali – Vogliamo attraverso queste tre giornate porre l’attenzione su questa malattia che purtroppo sta colpendo sempre più persone, non solo della fascia d’età più avanzata ma anche i più giovani. Vogliamo informare, supportando le famiglie che si trovano spaesate di fronte un proprio caro che vive questo tipo di difficoltà».

Le tre giornate mettono alla luce una realtà importante che coinvolge moltissime persone. Si vuole scongiurare l’isolamento dei malati di Alzheimer e delle loro famiglie ed invitare ad una buona convivenza perché come afferma Francesca D’Alessandro: «Il malato di Alzheimer perde l’orientamento cognitivo ma non di certo il suo mondo affettivo e la capacità di vivere a pieno la propria vita.»

I numeri di persone affette da Alzheimer sono in aumento, e bisogna muoversi verso la giusta direzione per non rendere le situazioni  critiche ed ingestibili. Giuliano Centioni presidente Apsp Ircr Macerata dichiara: «La pandemia ha messo in luce l’immagine delle persone che sono rimaste isolate e non sapevano dove aggrapparsi. Le famiglie che a casa avevano persone affette da disturbi di qualsiasi tipo si sono trovate di fronte ad una dura realtà e da qui la lezione è quella che lo stato deve riconoscere l’Alzheimer e supportare le famiglie perché non tutti hanno la possibilità di assistere costantemente i propri cari, bisogna mettere a disposizione vari servizi per alleviare situazioni difficili. Questi saranno tre giorni molto significativi.»

Sandro-Parcaroli-e-Manuela-Berardinelli

Sandro Parcaroli e Manuela Berardinelli

C’è bisogno di educare i cittadini alla convivenza e sostenere i malati e le famiglie: «Capita spesso di essere a stretto contatto con persone affette da questa patologia – afferma il sindaco Sandro Parcaroli – So cosa vuol dire avere una persona in casa, nel mio caso mia madre, affetta da Alzheimer. Hanno bisogno di cura e vicinanza. La città amica delle persone con demenza è molto importante per il nostro territorio. Manuela Berardinelli mi ha raccontato che hanno portato delle persone con demenza al mare e alcuni di loro non ci erano mai stati, per loro è stato un sogno. Dobbiamo sostenerli».

Manuela Berardinelli con l’associazione Afam alzheimer uniti Marche Odv ha vissuto in prima persona un’esperienza in stretto contatto con persone affette da tale patologia e mostra di essere vicina a loro e contenta di aver contribuito a farli star bene durante una vacanza a Cesenatico, dichiara: «Ancora non esiste un farmaco che possa curare l’Alzheimer ma la comunità scientifica ha reso noto che la socialità cura, con effetti incredibilmente positivi. Avere una vita il più possibile normale non fa manifestare i disturbi comportamentali. Se si cambia atteggiamento nei confronti della demenza lo si cambia verso ogni forma di diversità. Queste tre giornate rappresentano una delle concretizzazioni della città amica. Il benessere della persona si costruisce nella quotidianità.»

Il progetto è stato ideato dal Comune di Macerata in collaborazione con l’Asur Marche, l’ambito sociale territoriale 15, l’azienda pubblica servizi alla persona “Ircr Macerata”, l’impresa sociale cambiamenti Srl e l’associazione Afam alzheimer uniti Marche Odv.

Il programma delle tre giornate, che prenderà il via venerdì 17 alle 17 in piazza Mazzini – location dove si svolgeranno tutti gli appuntamenti in calendario – è molto ricco e prevede momenti di informazione sui servizi del territorio all’interno dello Stand Curacari dedicato alla persona fragile e alla famiglia, incontri con esperti del settore che ribadiranno quali sono gli stili di vita sani per prevenire le malattie cronico – degenerative Spazio Prevenzione ed infine nello Stand Maratona Diffusa si potrà firmare la petizione per il diritto alla specificità delle cure per le persone con demenza e attraverso una donazione ricevere gadget della Maratona Alzheimer: individualmente o insieme, nelle camminate organizzate durante il weekend, accumuleremo chilometri a sostegno dei diritti e per la cura e la ricerca sull’Alzheimer.
Venerdì 17 settembre, inoltre, alle 21, al Teatro Lauro Rossi concerto dell’Orchestra di fiati “Insieme per gli altri” (il biglietto al prezzo intero di 15 euro, ridotto 8 euro, è acquistabile alla Biglietteria dei Teatri in piazza Mazzini, 10 aperta dal martedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 17.30 alle 19.30 tel. 0733.230735, e mail boxoffice@sferisterio.it )

Sabato 18 settembre, alle 21, invece, al cinema Italia è prevista la proiezione del film “The father” di Florin Zeller con Anthony Hopkins e Olivia Colmann mentre nelle tre giornate di “Alzheimer Fest in viaggio”, sempre al cinema Italia, sarà possibile vedere il film “Falling – Storia di un padre” per la regia di Viggo Mortensen (venerdì 17 settembre ore 21, sabato 18 settembre  alle18.30, domenica 19 settembre alle 17.30 e mercoledì 22 settembre alle  21).

Nel corso delle tre giornate del festival, infine, ci sarà l’“Aperitivo antiossidante”: si potranno gustare nei bar che hanno aderito all’iniziativa – “Pasticceria Piazza Mazzini”, “Giro Lab”, “Tempo scaduto”, “Claudia en plaza” e “Lokanda Mala Gel” – un cocktail analcolico ricco di antiossidanti.

Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle norme anti Covid 19 e per tutta la durata della manifestazione e per tutti gli eventi è richiesto il Green pass.

Di seguito il programma: 

 

il-programma



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X