«Dopo la siccità è arrivata la grandine
Devastati oliveti, vigneti e frutteti»

ALLARME di Coldiretti dopo il maltempo di ieri che ha flagellato il Maceratese e l'Anconetano: «Nella zona di Cingoli un centinaio di ettari di vigna letteralmente rasi al suolo»
- caricamento letture

 

grandine-san-ginesio1-e1630500756830-650x452

La grandinata a San Ginesio, località San Costanzo

 

«E dopo la grande siccità ecco la grandine. Non c’è pace per gli agricoltori marchigiani che ora sono alle prese con bombe d’acqua e pioggia ghiacciata a distruggere, in alcuni casi, il poco che si era riuscito a ottenere dopo mesi di precipitazioni scarse, assenti per mesi interi. La perturbazione arrivata nel pomeriggio di ieri ha letteralmente bombardato alcune zone nella fascia collinare tra le province di Ancona e di Macerata, tra Santa Maria Nuova e Monte San Martino. A farne le spese oliveti, vigneti e frutteti soprattutto».

grandine-san-ginesio4-e1630500811181-325x279

La grandezza della grandine caduta ieri

E’ l’allarme che arriva dalla Coldiretti, dopo il maltempo che ieri ha flagellato la provincia e non solo. L’associazione segnala nella zona di Cingoli un centinaio di ettari di vigna letteralmente rasi al suolo. Ma danni si sono avuti anche a Mazzangrugno, Filottrano e Agugliano, San Ginesio, Sarnano, Gualdo, Penna San Giovanni. E mentre l’estate 2021 si chiude con un del 65% degli eventi climatici estremi che hanno devastato le coltivazioni decimando i raccolti da nord a sud della Penisola, aumentano i prezzi di ortaggi e frutta balzati del 3,3% secondo i dati Istat sull’inflazione ad agosto. «L’effetto dei cambiamenti climatici con l’alternarsi di siccità e alluvioni ha fatto perdere – spiegano da Coldiretti – oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti con pesanti ripercussioni sulle produzioni». Per far fronte agli eventi climatici distruttivi si fanno strada tra gli agricoltori le forme assicurative. Nel corso del 2021 secondo i dati Eswd nelle Marche si è registrata una media mensile di 1,5 eventi meteo distruttivi e gli assicurati aumentano di anno in anno ma sono ancora poche le aziende che godono di una copertura: 24mila ettari (appena il 6%), poco meno di 700 aziende agricole. Alberto Frau, direttore di Coldiretti Marche ha annunciato l’immediata attivazione degli uffici di zona Coldiretti per valutare l’entità dei danni. «Chiederemo inoltre alla Regione – dice – l’attivazione di misure emergenziali dedicate e l’individuazione di sistemi che agevolino sempre di più l’accesso degli agricoltori alle coperture assicurative».

 

 

grandine-san-ginesio3-488x650

grandine-san-ginesio5-488x650

grandine-san-ginesio6-488x650

Acquazzone in provincia, allagati una cantina e un laboratorio



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X