Screening agli over 65 anni:
per prevenire l’Alzheimer

SALUTE - Promosso da Afam (Alzheimer Uniti Marche Odv) con l’associazione Help Sos Salute e Famiglia e l’impresa sociale Cambiamenti, prende il via l’iniziativa "A domani", destinata ai comuni dell’Ambito territoriale sociale 16
- caricamento letture

 

Manuela-Berardinelli

Manuela Berardinelli

 

Prende il via l’iniziativa di “Screening”, primo step del progetto “A domani!”, promosso da Afam Alzheimer Uniti Marche Odv, in partenariato con l’associazione Help Sos Salute e Famiglia e l’impresa sociale Cambiamenti. Il progetto di prevenzione è risultato idoneo al bando per progetti innovativi sull’invecchiamento attivo, iniziativa finanziata da Marche_Active@Net, al tempo del sisma realizzato con il contributo della presidenza del Consiglio dei ministri – dipartimento per le politiche della famiglia. Il progetto “A Domani!” nasce dalla necessità di pensare, progettare e realizzare un intervento destinato alla popolazione over 65 dei comuni dell’Ambito territoriale sociale 16. «Sempre più spesso ci si chiede se sia possibile prevenire la demenza di Alzheimer e le altre forme di demenza – dice la presidente Afam Manuela Berardinelli – e dalle recenti ricerche in campo internazionale pare che la risposta possa essere affermativa. Se si interviene precocemente su alcuni fattori di rischio modificabili, un terzo dei casi di malattia potrebbe essere ridotto o comunque ritardato nell’esordio». «Il progetto si pone come obiettivo la prevenzione – si legge nella nota -, promuovendo l’informazione e la conoscenza dei corretti stili di vita e delle buone abitudini per mantenere le proprie condizioni di benessere durante tutto il ciclo vitale e in particolare nella terza età e stimolare l’aggregazione e la socializzazione per mezzo del confronto con le nuove generazioni e nella relazione tra pari».

A-DOMANILa prima azione prevista dal progetto è quella di “Screening”, le cui prenotazioni sono appena partite. Tutti i residenti con più di 65 anni dei comuni dell’Ats 16 possono richiederle: attraverso valutazione, colloquio clinico e questionari autosomministrati sarà indagato il loro stile di vita con particolare riferimento alle abilità cognitive, le capacità motorie, lo stile alimentare, l’umore e la socialità. Le persone interessate possono prenotarsi negli uffici dell’Ats, negli sportelli comunali (Servizi sociali) ma anche nelle farmacie o nei medici di base. Ma nulla vieta di aderire anche autonomamente, mandando la richiesta all’indirizzo email (afam.marche@gmail.com) o contattando il numero 3779841431. All’iniziativa di screening seguiranno poi due eventi: il convegno divulgativo “A domani!” (previsto per venerdì 3 settembre), che ha lo scopo di far conoscere il progetto e promuovere nella cittadinanza nuove consapevolezze rispetto all’adozione di stili di vita sani per contrastare l’insorgenza di disturbi neurodegenerativi, e dodici laboratori di prevenzione. Questi ultimi, in programma nei mesi di settembre e ottobre, saranno occasioni di informazione e sperimentazione concreta dei benefici associati all’adozione di un corretto stile di vita e saranno rivolti a quattro aree tematiche principali: corretto stile alimentare, stimolazione cognitiva, attività motoria e socializzazione. Nei laboratori pratici saranno coinvolti anche i ragazzi nella fascia di età 8-12 anni proprio perché “A domani!” è un augurio: è l’idea di costruire saldamente un’azione di prevenzione e un ponte che unisce le generazioni in un percorso di crescita e condivisione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X