Il nuovo presidente del tribunale:
«Priorità alla giustizia del quotidiano»

MACERATA - Paolo Vadalà si è insediato oggi, accolto dai colleghi e dal personale. Attenzione al civile (cercando di sviluppare mediazione e arbitrato), tra le priorità ci sono la durata e la qualità dei processi
- caricamento letture

 

Vadala_Tribuanle_FF-2-650x435

A sinistra il neo presidente Paolo Vadalà con il giudice Roberto Evangelisti

 

«Mi auguro di poter dare un contributo al miglioramento del tribunale, per me è importante la giustizia del quotidiano, che deve avere la priorità, specie in questo momento, perché serve al cittadino. Per me una delle caratteristiche più importanti è di avvicinare le persone al tribunale». Si è presentato oggi il nuovo presidente del tribunale di Macerata, Paolo Vadalà, accolto dai colleghi, con in testa il presidente della Corte d’appello di Ancona, Luigi Catelli, il presidente della sezione penale che ha fatto il facente funzioni di presidente del tribunale, Roberto Evangelisti, dal procuratore facente funzioni, Claudio Rastrelli.

Vadala_Tribuanle_FF-7-650x435Vadalà arriva dalla Corte d’appello di Perugia e porta con sé una esperienza di 40 anni che lo ha portato a conoscere tante realtà. «Mi conforta la collaborazione dei colleghi, ho visto un clima di lavoro disteso, sereno, come non sempre accade negli uffici giudiziari. So che questo non è un momento particolarmente felice, venite fuori da un terremoto devastante a cui si sono aggiunti i problemi della pandemia» ha detto Vadalà. La sua attenzione, ha detto «sarà sul civile in particolare, che negli ultimi tempi aveva bisogno di un punto di riferimento. Cercherò di sviluppare i sistemi alternativi alla soluzione delle controversie come la mediazione e l’arbitrato». Ha aggiunto che un aspetto per lui preminente è «la durata dei procedimenti, argomento che mi ha sempre lasciato perplessità, secondo me è l’aspetto prioritario su cui bisogna lavorare. La durata però non è sufficiente, fondamentale è anche la qualità».

Vadala_Tribuanle_FF-1-650x433

L’intervento di Luigi Catelli (a destra)

Civile ma anche penale: «Non va mai abbassata la guardia per problemi come droga, rapine». Ha poi parlato dei tribunali che non ci sono più, come quello di Camerino e la sede distaccata di Civitanova, «sicuramente ha consentito una migliore organizzazione ma ha impedito quella che è una delle caratteristiche più importanti: avvicinare le persone al tribunale. Credo dovremmo insistere nel ripristinare questi legami, ciò non significa però riaprire quei tribunali. Ci sono gli uffici dei Giudici di pace e vanno rinforzati». Ha poi parlato dei magistrati onorari «Non hanno un riconoscimento adeguato per l’importanza della loro funzione». Luigi Catelli ha sottolineato «Un dirigente deve saper fare squadra, un presidente è un allenatore, deve avere un metodo, una strategia, scegliere una squadra». Anche il procuratore Rastrelli ha dato il benvenuto a Vadalà: «quando uno inizia a dirigere un ufficio è pieno di ansia e timori per l’incarico importante che svolge, qui questi timori possono essere ritratti, i colleghi sono molto bravi, i giudici sono preparati e sono una garanzia per cittadino e giustizia, molto valido il personale amministrativo, e anche gli avvocati sono corretti e collaborativi. Arrivi (ha detto rivolto a Vadalà, ndr) in un ambiente molto buono». Anche il presidente dell’ordine degli avvocati, Maria Cristina Ottavianoni, ha sottolineato l’importanza del fare squadra, assicurando «disponibilità e collaborazione da parte nostra». Il presidente Evangelisti ha riportato qualche dato sulla giustizia maceratese, con i processi civili passati dal 36 percento di pendenze ultratriennali al 19% nel giro di tre anni, e con quelli penali scesi al 34% in due anni (per il Collegio) e al 30 percento (per le udienze monocratiche). All’incirca sono 3mila i procedimenti aperti al penale (monocratico) e 200 al collegiale.

Vadala_Tribuanle_FF-4-650x435

Il procuratore facente funzioni Claudio Rastrelli

Vadala_Tribuanle_FF-13-650x435

Vadala_Tribuanle_FF-6-650x435

La presidente dell’Ordine degli avvocati, Maria Cristina Ottavianoni

Vadala_Tribuanle_FF-8-650x435

Vadala_Tribuanle_FF-9-650x433

Vadala_Tribuanle_FF-10-650x433

Vadala_Tribuanle_FF-11-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X