Taglio del nastro a Civitanova
per la mostra “Tricolore 2021”

VERNISSAGE dell'esposizione realizzata per il 75esimo anniversario della Repubblica nella palazzina sud del Lido Cluana dall’associazione culturale Arte, Comune e Azienda Teatri
- caricamento letture

 

mostra-tricolore-civitanova-3-650x488

Il taglio del nastro

 

Ricca partecipazione al vernissage della mostra “Tricolore 2021”, realizzata per il 75esimo anniversario della Repubblica nella palazzina sud del Lido Cluana dall’associazione culturale Arte, Comune di Civitanova (Assessorato alla Cultura) e Azienda Teatri.

mostra-tricolore-civitanova-4-325x209Al taglio del nastro è intervenuto il sindaco Fabrizio Ciarapica che «si è complimentato con Anna Donati per aver avuto la felice intuizione del tema in un anno davvero particolare e pieno di anniversari, quali: il 160° dell’Unità d’Italia, celebrato il 17 marzo scorso, che ha segnato la nascita dello Stato Italiano ed il 75° anniversario della Repubblica Italiana, che ha sancito la rinascita e la ricostruzione del nostro Paese nel dopoguerra nonché la recente vittoria agli Europei della Nazionale di calcio italiana, evento che ha rinsaldato lo spirito unitario del Paese e il sentimento di appartenenza», si legge in una nota del Comune. Presenti all’inaugurazione anche l’architetto Luciano Mei che ha curato l’allestimento dell’esposizione, i critici d’arte Andrea Baffoni e Daniele Taddei, che hanno spiegato il tricolore nel caleidoscopio immaginifico della pittura contemporanea e le opere dei venticinque artisti italiani provenienti da Umbria, Abruzzo, Lazio e Marche, i quali hanno liberamente interpretato il Tricolore italiano.

mostra-tricolore-civitanova-2-325x183«Ringrazio davvero tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione di questa mostra – ha detto la presidente dell’associazione culturale Arte Anna Donati, in maniera particolare l’Amministrazione comunale e l’azienda Teatri. Sono molto soddisfatta per questa esposizione che esalta le tre gamme del verde, bianco e rosso che esprimono il senso della nostra Nazione». La bandiera italiana dai colori verde, bianco e rosso, a bande verticali e di eguali dimensioni, fu sancita con decreto legislativo presidenziale del 19 giugno 1946 dopo la nascita della Repubblica e confermata dall’Assemblea Costituente nella seduta del 24 marzo 1947 e, infine, inserita all’articolo 12 della Carta Costituzionale. Ma la storia del Tricolore era iniziata il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia. Il Tricolore, poi, attraversò l’intero secolo risorgimentale per essere infine confermato nell’immediato secondo dopoguerra e giungere fino a noi. Ingresso libero, orari dal lunedì alla domenica dalle 21 alla mezzanotte. Chiude il primo agosto. I nomi degli artisti: Alfredo Celli, Giuseppe Basili, Gianfranco Mascelli, Paolo Berti, Cesare Iezzi, Giancarlo Costanzo, Evandro Muti, Gobbi Paolo, Mazzaferro Diego, Anna Seccia, Serena Vallese, Giuseppe Cosenza, Laura Alunni, Pietra Barrasso, Romeo Battisti, Gianfranco Gobbini, Michela Meloni, Achille Quadrini, Ferruccio Ramadori, Salvo Seria, Giuliano Cotellessa, Antonio Fiore, Massimo Pompeo, Vladimiro Marrama, Agostino Cartuccia.

mostra-tricolore-civitanova-1-650x549

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X