Montefano guarda all’ambiente,
spazi verdi e tanti fiori:
«Comune più bello e attrattivo»

L’ASSESSORE Massimo Sparapani ringrazia «i tanti cittadini che non si risparmiano e donano alla comunità spazi curati. Ad oggi stiamo gestendo oltre quaranta fioriere»
- caricamento letture

 

Montefano-1-325x379

Una anteprima del riconoscimento dei floricoltori dell’Alto Adige di “Pianta dell’anno 2021”

 

«Sono passati due anni dal successo elettorale della lista civica guidata dal sindaco Angela Barbieri e fin da subito la volontà di questa amministrazione è stata quella di tutelare l’ambiente e valorizzare tutto il territorio grazie anche alla buona volontà di tanti cittadini che non si risparmiano e donano alla comunità spazi verdi curati, fioriti e belli da vedere, un aspetto fondamentale che contribuisce a rendere il nostro paese sempre più bello ed attrattivo per i visitatori: a loro va tutto il nostro ringraziamento». Così l’assessore all’Ambiente e al Territorio del comune di Montefano Massimo Sparapani. Tra i primi atti ci fu l’accordo con Cosmari per fornire il comune di una spazzatrice meccanica mai impiegata, capace di migliorare sensibilmente la pulizia delle strade, «senza aumentare la tassazione ai cittadini – spiega -. Abbiamo anche deciso, e fin da subito, di non usare più il diserbo a base di Glifosate che troppo spesso viene utilizzato ed irrorato in maniera indiscriminata, perché di estrema efficacia contro le erbe infestanti: purtroppo il Glifosate è tra le principali cause di moria delle api, di insetti utili e di tante malattie croniche per l’uomo stesso, se viene a contatto in maniera continuativa con tali sostanze. Questa è stata una scelta importante, che speriamo possa essere da esempio per tutti e che ad oggi ci colloca tra i comuni più virtuosi e sensibili alle tematiche ambientali. L’alternativa al contenimento chimico delle malerbe è di tipo meccanico aumentando il numero di interventi di taglio per contenere il problema – prosegue l’assessore all’Ambiente e al Territorio -.

MontefanoAd oggi stiamo gestendo oltre quaranta fioriere cittadine: si rinnova la collaborazione con l’azienda Lazzeri di Merano, nota per essere tra i principali ibridatori a livello mondiale di piante fiorite da talea. Questa collaborazione diretta ci permette di avere in anteprima varietà di nuova costituzione, come gerani, petunie, portulache, begonie, impatiens, lantane e fioriture varie che i montefanesi, e non solo loro, possono ammirare e godere appieno in tutta la loro bellezza. Per noi tutti un’ulteriore soddisfazione è la conferma di una collaborazione importante che ci rende unici, più attrattivi e, ora, anche custodi e pionieri delle nuove tendenze del mercato floricolo. Il lavoro da fare è ancora lungo, le criticità e le sfide quotidiane da affrontare sono molte ma con l’attenzione e l’impegno dei nostri uffici comunali, degli operai, del Cosmari, con la volontà dell’amministrazione e l’impegno di tanti cittadini stiamo finalmente riuscendo a proiettare Montefano in una dimensione nuova, al centro di progetti e circuiti che sono ormai essenziali per un piccolo centro come il nostro, ricco di storia, bellezza e tradizioni che rappresentano tutti noi – conclude Massimo Sparapani -. Questo patrimonio va preservato quotidianamente: la pandemia ci ha fatto comprendere a fondo quale fortuna sia vivere in un paese piccolo e curato, che si presenta pulito e decoroso, sia ai visitatori che alla comunità stessa che lo vive. Un bene da trasmettere ai nostri giovani, sempre».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X