Macerata Jazz mostra i suoi talenti

MUSICA - Domani la seconda giornata della rassegna, alle 19 da Vere Italie il quintetto Old Swing Bossa Experience. Dalle 21 all’Orto dei Pensatori, Francesco Fiorenzani Quartet e Federico Milone Italian Quartet
- caricamento letture

 

Federico-Milone

Federico Milone

 

Prosegue Macerata Jazz Summer, la tre giorni, dal 22 al 24 giugno, ideata dall’associazione Musicamdo con il sostegno del MIbact, della Regione Marche, del Comune di Macerata e dell’Università di Macerata, e in collaborazione con il Premio Internazionale Massimo Urbani, Marche Jazz Network, I-Jazz, Nuova Generazione Jazz e Nuovo Imaie. Ancora musica e ancora giovani talenti del jazz per la seconda giornata. “Il gusto del jazz”, l’aperitivo delle 19 in collaborazione con alcuni locali del centro storico, vedrà per la giornata di mercoledì 23 aprirsi gli spazi del suggestivo cortile di Vere Italie a Palazzo Floriani-Carradori. Qui il quintetto Old Swing Bossa Experience, capitanato da Fabrizio Caraceni ci condurrà in un viaggio musicale tra le eleganti atmosfere swing anni ’20 e ’30, il tutto in diretta su Radio Skyline. Ingresso libero, prenotazione presso Vere Italie.

Francesco-Fiorenzani-min

Francesco Fiorenzani

La serata si apre, invece, alle 21,00 con il quartetto di Francesco Fiorenzani, selezionato nel 2020 per il circuito di Nuova Generazione Jazz sostenuto da I-Jazz con la possibilità di presentarsi in contesti nazionali e internazionali prestigiosi prima della prossima uscita discografica il prossimo anno 2022. Il concerto intitolato “Silent Water” segna la svolta ‘elettrica’ del suo nuovo repertorio in cui la cura per la forma melodica, armonica e ritmica eguaglia quella per l’espressività timbrica e la ricerca di uno spazio di interplay tra i componenti della band. Alle 22 è la volta di Federico Milone e il suo Italian Quartet che ha avuto la possibilità di calcare molti palchi nazionali e internazionali, dall’Auditorium Parco della musica a Roma fino al teatro dell’Ambasciata Italiana di Istanbul. Ha avuto inoltre l’onore di aprire il concerto di alcuni dei più importanti rappresentanti del Jazz Mondiale quali Kenny Garrett 5et e Antonio Faraò All Star 4et. Milone, già vincitore del Premio Internazionale Massimo Urbani nel 2017, con la sua formazione proporrà un concerto capace di coniugare l’eredità jazzistica della scuola salernitana e napoletana con un repertorio prevalentemente inedito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X