«Iniziative raddoppiate,
la lunga estate di Recanati»

PRESENTATO un cartellone per tutti i gusti: dalla musica classica al folk e pop, da fotografia e cinema, alle arti di strada e alla scultura. Il sindaco Bravi: «Torniamo alla vita sociale in sicurezza, faremo una bella stagione estiva»
- caricamento letture
Sindaco Antonio Bravi e assessora Rita Soccio con gli operatori culturali di Recanati

Sindaco Antonio Bravi e assessora Rita Soccio con gli operatori culturali di Recanati

 

di Francesca Marchetti

Presentata oggi in conferenza stampa nell’aula magna del Comune di Recanati la programmazione estiva degli eventi che segneranno il ritorno del pubblico nelle piazze e nelle vie cittadine, ma anche nei quartieri.
«È stato un lungo anno di limitazioni per la cultura e i rapporti umani – ha dichiarato il sindaco Antonio Bravi – è ora di ripartire, pur rispettando le norme anti Covid. Recanati ha tanta voglia di fare, le iniziative sono raddoppiate e nonostante l’organizzazione non sia semplice faremo una bella stagione estiva.»

Rita Soccio, assessora Culture Recanati, sindaco Antonio Bravi

Rita Soccio, assessora Culture Recanati, sindaco Antonio Bravi

Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessora alla Culture e al Turismo Rita Soccio che, prima di invitare i direttori artistici delle varie realtà culturali del territorio a presentare gli appuntamenti di cui si sono fatti promotori, ha voluto ricordare l’importanza della collaborazione tra le associazioni e l’amministrazione.
«C’è molta progettualità e di questo siamo fieri – ha affermato Rita Soccio – C’è il ritorno di alcuni eventi importanti e qualche novità. La musica, la poesia e tutte le arti dopo un periodo così difficile e di privazione, saranno le protagoniste di una rinascita nell’animo e nel fisico delle nostre comunità. Il programma è molto ricco e si aggiungeranno altri appuntamenti, e tutte le manifestazioni sono a partecipazione gratuita.»

Si parte il prossimo 17 giugno alle 18 con l’inaugurazione di LIVEllo2, lo spazio nella torre Civica dedicato all’arte contemporanea, frutto di una sinergia tra Comune, Sistema Museo e la curatrice Nikla Cingolani. Sarà presente come primo ospite l’artista Massimiliano Orlandoni, di Castelfidardo, con l’installazione “Land Tree Project”. «Una serie di 200 pezzi in ceramica fatti a mano con la caratteristica argilla galestro – precisa Cingolani – che i visitatori, con una donazione, potranno portare a casa e contribuire così alla piantumazione del quartiere Castelnuovo, che in questi giorni sta lavorando per la riqualificazione delle aree verdi pubbliche.

Il 19 giugno alle 18 verrà inaugurata la mostra fotografica “Castelluccio, luci ed atmosfere” di Roberto Buschi nell’atrio comunale e sarà visitabile fino al 4 luglio 2021. «Le foto cercano di trasmettere la magie creata dai giochi di luce in quel bellissimo territorio che è sempre nei nostri cuori e nei nostri occhi – ha detto Buschi – Porterò la mostra a Castel S. Angelo e spero anche in altre località.»

Gian Luigi Mandolini di Whats art

Gian Luigi Mandolini di Whats art

Il Recanati Art Festival, promosso dall’associazione Whats Art, è in programma il 9-10-11 luglio, ma è preceduto dall’anteprima di sabato 19 giugno dalle 18,30 “Rigenerazione urbana”. La serata sancirà l’adesione del Comune alla Festa della Musica e vedrà l’inaugurazione di tre dei sei spazi individuati dalle “Linee guida per l’espletamento delle arti di strada nel territorio comunale”, deliberate dall’amministrazione comunale in collaborazione con Whats art.
«Vogliamo ribaltare il messaggio che finora ci è stato dato e ribadire la centralità dell’arte nelle nostre vite. – ha dichiarato Gian luigi Mandolini, presidente Whats art – Stiamo lavorando per creare delle serate uniche. Ci saranno anche due mostre e il mercato di artigianato artistico in corso Persiani.

In piazza G. Leopardi si esibirà il gruppo bolognese “Spacca il Silenzio”, che farà partire il progetto Docu-film sull’arte di strada; piazzale Giordani ospiterà in anteprima la performance di una giovane compagnia di circo contemporaneo; a piazzale Morotti andrà in scena lo spettacolo musicale di Diego Mercuri con Mattia Buona Ventura De Minicis e Giulietta Natalucci.

Ancora musica per le serate della scuola civica di Musica “B. Gigli”: il il 27 giugno alle 21,30 nel cortile di Palazzo Venieri il concerto “Upwelling” di Francesco Savoretti (percussioni mediterranee) e Peppe Frana (Ud Turco) e proseguono il 4 luglio alle 18,30 con l’“Omaggio a Beethoven” dell’ orchestra da camera Sinfonietta Gigli, al pianoforte Davide Massacci e Martina Giordani, dirige il maestro Lorenzo di Bella.

ll 15 luglio, Francesco Bianconi aprirà la rassegna Lunaria sull’orto del Colle dell’Infinito con un doppio appuntamento nella stessa sera. ll frontman dei Baustelle sarà accompagnato da un ensemble di sei musicisti e presenterà dal vivo le canzoni del suo primo progetto solista “Fever”. Le altre date del cartellone di Lunaria verranno rese note nelle prossime settimane.

 

Il 17 e 18 luglio l’appuntamento è a Castelnuovo con “Due Passi nel Folk” sabato 17 alle 21,30. Due i concerti in programma con Ensemble Sangineto e a seguire con Cyrille Brotto e Remi Geffroy. Domenica 18 alle 21,30 Le Ninfe della Tammorra saranno le protagoniste della serata con la loro coinvolgente musica del sud. Durante le mattinate della due giorni sarà possibile partecipare allo stage di organetto su prenotazione (per informazioni 335401499). «Non si potrà ballare, ma i concerti dal vivo portano sempre grande emozione e ci divertiremo lo stesso», ha dichiarato Donatella Baiocco del comitato.

Ilaria Baleani

Ilaria Baleani

Sabato 17 luglio alle 19, il Kammerfestival diretto da Ilaria Baleani, pianista di fama internazionale, apre il sipario nel cortile di Palazzo Venieri con il concerto inaugurale “PianocellosTrio” con due violoncelli, Alberto e Claudio Casadei e pianoforte Elisa Tomellini con un repertorio da G.F.Haendel a A.Piazzolla.
«Quest’anno abbiamo osato e ci sarà un nuovo appuntamento molto diverso dal solito perché si terrà domenica 25 luglio alle 5,30 del mattino, con la splendida luce dell’alba a fare da cornice – ha affermato Baleani – Si chiama appunto Il “Concerto all’Alba” e ci sarà il violinista Marco Santini.»
Sabato 31 luglio alle 19,30 sarà la volta del duo clarinetto –pianoforte, Antonio Puglia e Mariano Meloni.
Domenica 5 settembre alle 19 il Kammerfestival chiuderà gli appuntamenti con il concerto della giovane talentuosa del Royal College of Music di Londra, Clara Sophia Wernig (violino) e Claudia Schurr (pianoforte)

Il 4 agosto in piazza Giacomo Leopardi tornerà il Gigli Opera Festival diretta da Riccardo Serenelli e dedicata ai “100 anni di tenori” con il gran galà “Gigli e i 4 tenori del XX secolo” con la voce narrante di Luca Violini che tra le arie d’opera racconterà aneddoti e i successi mondiali dei grandi tenori del secolo scorso. L’11 agosto nella stessa location sarà la volta di “Cantango”: il celebre tenore Fabio Armiliato presenterà un omaggio musicale per i 100 anni di Caruso e Piazzolla.La Traviata” concluderà gli appuntamenti del GOF il 18 agosto a cento anni dal debutto di Beniamino Gigli nella Traviata al Metropolitan di New York . Tra gli eventi collaterali sono in programma laboratori didattici e letture animate per i bambini e la mostra “Un cammino lungo un secolo” dal grammofono al web.

Il Fotocineclub Recanati propone “Note di fotografia”, una serie di proiezioni itineranti di lavori fotografici dei soci, nei vari quartieri della città, accompagnate da musica live nel periodo a cavallo tra luglio e agosto. «Saremo noi a portare l’arte nei quartieri, – ha detto Roberto Gasparrini – con il nostro furgoncino, le sedie, un proiettore e un telo. Alessandra Rogante sarà invece la voce che accompagnerà le nostre proiezioni.»

Non mancherà certo il cinema a Recanati con l’apertura della 28a edizione di Cinema sotto le stelle, in programma dal 9 luglio al 27 agosto con proiezioni settimanali ogni venerdì sera nel cortile di Palazzo Venieri alle 21,30.
«Abbiamo scelto delle commedie fatte bene – ha detto Beniamino Gigli, presidente dell’associazione Recanati Cinema, – ci sono molti film drammatici di qualità ma non ci è sembrato il caso, di drammi ne abbiamo vissuti già tanti. Tornare a vedere un film insieme, seppure con posti limitati, è un grande messaggio di speranza. Tutta la cultura ha sofferto enormemente.»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X