E’ morto Emanuele Scarfiotti
«Lascia un immenso vuoto»

POTENZA PICENA - Aveva 79 anni ed era ricoverato al Gemelli di Roma. Fratello del premio Oscar Ferdinando e cugino del campione di Formula 1 Lodovico. Il ricordo dell'amico Ortensio Mogliani e il cordoglio dell'amministrazione comunale. Andrea Angeli: «Un vero pezzo di storia che se ne va»
- caricamento letture
scarfiotti-emanuele

Emanuele Scarfiotti

 

E’ morto al Policlinico “Gemelli” di Roma, all’età di 79 anni, Emanuele Scarfiotti. Era nato a Porto Recanati, fratello di Ferdinando, premio Oscar nel 1988 per la migliore scenografica con il film di Bernardo Bertolucci “L’Ultimo Imperatore”, e cugino del pilota di Formula 1 Lodovico, viveva da sempre tra Roma e Porto Potenza dove era residente in Contrada Torrenova. Legatissimo alla cittadina costiera maceratese dove abitava nella dimora di famiglia in zona Laghetti e a Porto Recanati, dove aprì nel dopoguerra la più importante fabbrica della città, il cementificio, poi trasferito in quel di Gagliole. Non soltanto capitano d’industria: Emanuele Scarfiotti è stato anche un grande sportivo, tennista di livello, a lungo presidente del circolo tennis dei Parioli, già vice presidente vicario della Federazione italiana ed infine non fece mancare il suo contributo andando a guidare anche il circolo tennis di Porto Recanati. Una persona, Emanuele Scarfiotti, che ha lasciato un segno di rilievo nei vari settori che ha attraversato – dal mondo del lavoro a quello dello sport passando per il sociale – nel solco della tradizione di una grande famiglia, tanto che nel 1993 fu insignito del titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.  Tanti i messaggi di cordoglio giunti alla famiglia e tra questi quello del sindaco di Potenza Picena Noemi Tartabini che ha ricordato le qualità dell’imprenditore appena scomparso. «La morte improvvisa di Emanuele ci ha lasciato un immenso vuoto ed un dolore incolmabile – ha riferito Ortensio Mogliani che, insieme alla moglie Anna e alla figlia Sonia, sono gli amici portopotentini più vicini alla famiglia Scarfiotti – ci ha lasciati una persona buona e un caro amico, legato da un cordone indissolubile al nostro territorio che tanto amava». Mercoledì a Roma si svolgeranno i funerali in forma privata, poi la salma verrà trasferita al Cimitero Monumentale di Torino nella tomba di famiglia. Per i prossimi giorni è prevista una messa di suffragio al Santuario di San Girio. «Con Emanuele Scarfiotti – dichiara Andrea Angeli, portavoce dell’Onu – viene a mancare un personaggio che ha dato grande lustro alla nostra regione e ai due centri – Potenza Picena e Porto Recanati – che ne dividevano la paternità sua come quella degli altri illustri membri della famiglia: Ludovico asso dell’automobilismo, Ferdinando scenografo e Luigi Sr industriale e pilota-gentleman anch’egli. E’ stato un imprenditore che ha fatto molto per il territorio ma anche in seno agli organi confindustriali oltre che uno sportivo a tuttotondo, impegnato nelle varie cronoscalate Sarnano Sassotetto – Trofeo Scarfiotti e nel tennis, dove per anni è stato vice della federazione e presidente del prestigioso Parioli, senza contare le iniziative patrocinate per ricordare il fratello premio Oscar, prematuramente scomparso nel ’94 a Los Angeles. Un vero pezzo di storia che se ne va».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X