Gattina lanciata dal finestrino
lungo corso Cairoli
«E’ morta, un gesto bestiale»

MACERATA - Qualcuno ha gettato una micina dall'auto. Una collaboratrice dell'associazione Pelosetti Randagioiosi onlus ha portato l'animale ferito in un centro veterinario, ma non è stato possibile salvarlo: «Se non potete tenerli, chiedete aiuto ma non uccideteli»
- caricamento letture

 

gattina_lanciata

La gattina Celestina

 

di Alessandra Pierini

Una gattina di neanche due mesi è stata lanciata ieri pomeriggio alle 19 dal finestrino di un’auto in corsa in corso Cairoli a Macerata. Nonostante i soccorsi immediati di una volontaria la micetta è morta poco dopo. «Un gesto bestiale» condanna Ludovica Compagnucci dell’associazione Pelosetti Randagioiosi onlus che ha subito preso in carico la cucciola. «E’ stato un episodio bruttissimo, a Macerata per fortuna cose del genere non erano mai accadute, nessuno è avvezzo a gesti tanto incivili. In mezzo allo sguardo incredulo dei passanti che non hanno neanche pensato a prendere la targa, la gattina che noi abbiamo chiamato Celestina è stata lanciata dal finestrino. C’era per fortuna una nostra collaboratrice che è subito intervenuta e ha portato l’animale all’ambulatorio veterinario La Pace/Colleverde. Nonostante abbiano fatto tutto il possibile però Celestina è morta poco dopo». Ludovica Compagnucci, titolare tra l’altro di un rifugio da più di 10 anni, non riesce proprio ad accettare l’accaduto: «Sono anni che ci prodighiamo per gli animali, non abbiamo mai detto no a nessuno. Non capisco perché si debba arrivare a questo punto. Temo che sia stata una ragazzata e questo sarebbe ancora più grave. Ricordo che quello che è stato commesso è un delitto ai sensi dell’articolo 544 del codice penale. Naturalmente presenterò una denuncia». Compagnucci vuole che si sappia che ci sono tante persone a Macerata pronte ad aiutare gli animali. «Se avete un gattino e non sapete come piazzarlo, andate in ambulatorio veterinario, chiedete aiuto ai veterinari, andate nei rifugi, ma non li uccidete.  Vi macchiate di un delitto. Riflettete prima di compiere simili azioni, perché siete degli assassini. Sterilizzare inoltre non è contro natura come tanti pensano, ma anzi è forse una delle poche azioni giuste al fine di non avere cuccioli non desiderati che molto spesso fanno una brutta fine come come è accaduto  per Celestina».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X