«I soldi del Recovery fund
per riqualificare il Tribunale»

MACERATA - Mozione del consigliere dem Andrea Perticarari che chiede alla giunta di provare a intercettare parte delle risorse. Poi attacca: «L'amministrazione pensa di poter cambiare il volto della città senza presentare in otto mesi alcuna idea innovativa ed importante se non l'apertura della Ztl in centro storico. Non possiamo permetterci tale immobilismo»
- caricamento letture
AndreaPerticarari_FF-28-325x217

Andrea Perticarari, consigliere comunale del Pd

 

«La Giunta pensa di poter cambiare il volto di Macerata senza presentare in otto mesi alcuna idea innovativa ed importante per la città se non l’apertura della Ztl in centro storico. Macerata non può permettersi tale immobilismo, c’è bisogno oggi più che mai di nuove infrastrutture e lavoro che rilancino la città. E’ in tale ottica – come per la vicenda del nuovo Ospedale di primo livello – che si inserisce la mozione». Andrea Perticarari, consigliere Pd, spiega così il senso dell’atto che verrà discusso nel prossimo Consiglio previsto per il 10 e 11 maggio, in cui si parla del futuro del Tribunale. In particolare, l’esponente dem, partendo dalla premessa che il ministro alla Giustizia Cartabia nell’audizione alle Camere ha evidenziato la necessità di investire parte dei soldi del Recovery Fund per il restyling di alcune cittadelle giudiziarie del Paese, chiede alla giunta Parcaroli di collaborare con Regione e parlamentari marchigiani per far sì che anche il Tribunale del capoluogo venga inserito nei progetti di riqualificazione. «Dal 2013 – continua Perticarari – quello di Macerata è divenuto unico tribunale in tutta la provincia. Una struttura di certo interesse architettonico, ma strutturalmente insufficiente per l’intero territorio e logisticamente inadeguata. E se è vero che uno dei problemi della giustizia italiana è quello della carenza di personale e dei vuoti organici, al quale il Governo cercherà di rispondere attraverso oltre 4.200 nuove assunzioni, è altrettanto vero e necessario avere delle strutture giudiziarie adeguate, in termini di spazi, compatibilità ambientale, logistica e di qualità del lavoro. Il Recovery Fund cerca di rispondere a tali esigenze mettendo a disposizione ingenti risorse e ritengo sia obbligatorio per Macerata cercare di intercettare tali fondi, di cogliere un’opportunità più unica che rara per l’intero territorio maceratese».

 

 

Piano delle opere pubbliche e variazioni al bilancio in Consiglio



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X