Voleva evitare l’espulsione grazie al figlio
ma in realtà l’aveva abbandonato

IDENTIFICATO un 30enne dell'Est Europa autore di furti in abitazione anche nel Maceratese. Aveva chiesto di poter restare per motivi di famiglia, ora dovrà andarsene dall'Italia
- caricamento letture

polizia-archivio-arkiv-civitanova-FDM-5-325x217

 

Un 30enne dell’Est Europa è stato identificato durante i controlli a tappeto della questura di Fermo e sarà espulso. In realtà era stato formalmente espulso ma è stato trovato ancora in zona. Tutto nasce da una serie di furti in abitazione consumati sia in provincia di Macerata che in quella di Fermo. Il ragazzo era stato individuato come autore e sarebbe stato anche mandato via dall’Italia se non fosse che aveva spiegato di essere padre di un bambino concepito con una ragazza di Sant’Elpidio. Motivo per cui aveva chiesto di poter rimanere in Italia con un permesso di soggiorno per motivi di famiglia. Ma L’Ufficio immigrazione ha verificato la sua versione dei fatti, scoprendo che sì l’uomo aveva un figlio ma non si era mai interessato alle sue sorti e viveva lontano sia da lui che dalla madre, senza contribuire in alcun modo al mantenimento del bambino. Per cui anche i ricorsi al permesso di soggiorno, ai tempi negato, sono stati rigettati.  Tuttavia il 30ene era ancora nei paraggi ma durante i controlli di questi giorni è stato identificato e accompagnato a un Cpr nazionale da dove sarà poi rimpatriato nel suo Paese di origine.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X