«Otto anni di maltrattamenti,
umiliata perché incinta di una bimba»
Condannati marito, cognato e suoceri

MACERATA - Vittima una donna di 37 anni, avrebbe subito violenze anche perché aspettava una femmina invece di un maschio. Sarebbe pure stata costretta a non lavorare. Cinque gli imputati, per tutti il giudice ha deciso una pena di due anni
- caricamento letture

v-sessuale

 

Una donna di 37 anni avrebbe subito maltrattamenti da parte del marito, dei suoceri, del cognato e del fratello della suocera, per otto anni e anche violenze e umiliazioni di ogni tipo perché, rimasta incinta, attendeva una femmina invece che un maschio. Oggi tutti e cinque gli imputati sono stati condannati dal giudice Federico Simonelli, del tribunale di Macerata, a due anni per maltrattamenti in famiglia. La vittima è una donna indiana, e indiani sono gli imputati che all’epoca dei presunti fatti, avvenuti tra il 2010 e il luglio 2018, residenti a Macerata. Secondo l’accusa, sostenuta dal pm Stefano Lanari (che ha chiesto 2 anni per gli imputati) la donna avrebbe subito violenze verbali e fisiche. Le sarebbe stato impedito di lavorare, le sarebbe stato negato il cibo. Gli imputati l’avrebbero anche insultata chiamandola “nera” perché aveva un incarnato più scuro, continua l’accusa. E ancora i suoceri l’avrebbero picchiata e schiaffeggiata, il marito e il cognato l’avrebbero presa a pugni. La donna avrebbe poi subito ogni tipo di volenza e umiliazione, prosegue l’accusa, quando era incinta al sesto mese di gravidanza: il motivo scatenante sarebbe stato il fatto che aspettava una bambina invece di un maschio. Oggi c’è stata la sentenza in tribunale. Il giudice ha inoltre disposto una provvisionale per le parti civili. Si erano costituiti la donna, tutelata dall’avvocato Alessandro Calogiuri, per cui è stata disposta una provvisionale di 20mila euro, e i due figli della donna (tutelati dall’avvocato Gabriella Semeraro) ai quali è stato riconosciuto un risarcimento di 10mila euro ciascuno.

(Gian. Gin.)

***

I nomi degli imputati non vengono indicati a tutela della vittima



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X