Sfrattati, minacciano avvocato:
padre e figlio sotto accusa

MATELICA - Il legale era andato alla casa dove vivevano con un fabbro per cambiare la serratura. Uno degli imputati avrebbe anche brandito un rastrello. Oggi il processo si è aperto al tribunale di Macerata
- caricamento letture

Tribunale-Macerata_foto-LB-4-650x424

 

Minacce di morte e con un rastrello ad un avvocato, padre e figlio finiscono sotto accusa al tribunale di Macerata. I fatti sono avvenuti il 9 maggio del 2018 a Matelica. Quel giorno un avvocato del foro di Macerata, legale della proprietaria della casa dove padre e figlio, di 77 anni e 28 anni, erano in affitto, aveva raggiunto l’abitazione insieme ad un fabbro per cambiare la serratura. Il motivo era che padre e figlio avevano ricevuto uno sfratto esecutivo (la casa in cui stavano era stata dichiarata inagibile dopo il sisma del 2016). Mentre il legale si trovava lì erano arrivati padre e figlio. I due uomini avrebbero minacciato l’avvocato. Il figlio avrebbero detto, brandendo un rastrello, «se entro un minuto non sei sparito ti distruggo la macchina, te la spacco tutta». Oggi si è aperto il processo al tribunale di Macerata. Il legale è parte civile, assistito dall’avvocato Sergio Poeta. Gli imputati sono assistiti dall’avvocato Fabiola Cesanelli.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X