Tolentino piange Euro Gennarini
«Ha lottato come un guerriero»

LUTTO - E' morto al Santo Stefano dopo una lunga malattia. Titolare di una ditta di impiantistica e riscaldamento, aveva 67 anni. Il ricordo della figlia Gessica: «Un gran lavoratore e un ottimo padre»
- caricamento letture

 

euro-gennarini

Euro Gennarini

 

Si è spento nella serata di ieri Euro Gennarini, il suo cuore ha smesso di battere, dopo una lunga lotta conto la malattia, al centro riabilitativo Santo Stefano. Aveva 67 anni, di Tolentino, ed era titolare dell’omonima azienda di impiantistica e riscaldamento. La caccia al cinghiale una delle sue più grandi passione, quella condivisa con la sua squadra di Pian di Pieca. L’uomo è ricordato dalla comunità locale e da tutti coloro che hanno collaborato con lui nel corso della sua lunga attività, come un instancabile lavoratore col sorriso sempre stampato sul volto.

Ad un lungo post su Facebook sua figlia Gessica ha affidato l’ultimo saluto ripercorrendo momenti densi di amore e dolore. «Queste ultime notti ho fissato per ore e ore il vuoto ripensando a tutte le cose brutte che nella vita hai dovuto affrontare. Hai superato come un guerriero tantissime malattie. Purtroppo anche la bestia nera eri stato capace di distruggere ormai da 10 anni. E ora che stavi bene…beh è difficile darsene pace di quello che ti è successo. Ricordo impresso nella mente quel maledetto 24 aprile, giorno che ti sei sentito male. A Macerata ci dissero che non avresti superato la notte e invece come hai sempre fatto per tutta la tua vita hai lottato e per 10 mesi ci hai fatto abituare all’idea che ce l’avremmo dovuta fare senza di te. Hai lottato per noi perché sapevi benissimo che se te ne fossi andato subito non ci saremmo mai e dico mai dati pace. Sei stato un gran lavoratore ma soprattutto l’amico di tutti, dove andavi ti conoscevano tutti e si fermavano a parlarti…ti facevi sempre in 4 per tutti, ma oltre ad un gran lavoratore sei stato un ottimo padre. Difficilmente esprimevi o dicevi quello che pensavi, non eri l’uomo di baci e abbracci, ma so che tu eri fiero di me e soprattutto che avresti dato la tua vita per me anzi per la nostra famiglia. Ti dico Grazie per tutto quello che hai fatto per noi».

L’uomo lascia i due figli Gianluca e Jessica e la moglie Anna. I funerali, curati dalle Onoranze funebri Salvatori, avranno luogo sabato 6  marzo alle 15,30 nella Basilica di San Nicola di Tolentino.

(Fra. Mar.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X