Ipotesi vaccini anche a Piediripa,
il Coc si riunisce in presenza:
«Perchè non da remoto?»

MACERATA - Il consigliere David Miliozzi ha presentato una interrogazione all'amministrazione per chiedere spiegazioni sull'incontro e sul motivo per cui le foto sono state rimosse dai social e dal sito
- caricamento letture

 

miliozzi

David Miliozzi

 

«Siamo in piena e drammatica emergenza sanitaria e il Comune di Macerata riunisce il Coc in presenza con una nutrita partecipazione. In un contesto così delicato è un dovere istituzionale dare messaggi chiari alla cittadinanza». A criticare le scelte dell’amministrazione è David Miliozzi, capogruppo di Macerata Insieme il quale ha presentato una interrogazione sulla sicurezza: «Il sindaco ha preso la decisione di svolgere le attività istituzionali da remoto, eppure il sito del Comune e la pagina social dell’ente hanno comunicato alla cittadinanza che lunedì 1 marzo si è riunito il Coc – Centro operativo comunale, per individuare un nuovo sito dove somministrare le dosi di vaccino, oltre a quello già individuato nell’oratorio sottostante la chiesa Santa Madre di Dio sito in via Capuzi 2. Dalla comunicazione, poi rimossa, emergeva la possibilità di individuare tale sito a Piediripa». Il consigliere chiede se effettivamente il Coc si è svolto in presenza e come mai non da remoto e incalza per sapere perché dal sito del Comune siano state rimosse le foto «dalle quali si rilevava la presenza dell’assessore competente Paolo Renna e dei rappresentanti degli altri Enti che fanno parte dell’organo in questione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X