Violenza sessuale al camping,
«costrinse una collega a baciarlo»

POTENZA PICENA - Sotto accusa c'è un 55enne, vittima una ragazza che lavorava con lui. Oggi la prima udienza del processo al tribunale di Macerata
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

violenza-sessuale-minore

 

Violenza sessuale su di una ragazza che lavorava nel suo stesso camping, sotto accusa un 55enne di originario di Loreto. I fatti contestati, in un processo che si è aperto oggi al tribunale di Macerata, sono avvenuti nel luglio del 2018 a Porto Potenza. È lì che lavoravano quell’estate sia l’imputato sia una ragazza sui vent’anni. Secondo l’accusa, il 3 luglio del 2018, l’uomo avrebbe chiesto alla ragazza di raggiungerlo nel locale magazzino del bar che si trova nella struttura ricettiva. Una volta entrata però l’uomo avrebbe afferrato con forza la testa della ragazza e dopo averla attirata verso di sé, dice l’accusa, l’aveva costretta a dargli un bacio sulla bocca. Pochi minuti dopo aveva nuovamente fatto la stessa cosa. Ora l’uomo è sotto accusa per violenza sessuale. Il 55enne, che respinge le accuse che gli vengono mosse, è difeso dall’avvocato Andrea Natalini.

***

A tutela della vittima, per non consentirne l’identificazione, non viene indicato il nome della persona imputata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X