Contributi alle imprese
«Non sono i Dpcm ma la pandemia
a colpire i marchigiani»

COVID - Consiglieri regionali e parlamentari marchigiani del M5S criticano lo slogan usato dalla Regione per pubblicizzare il bando che partirà domani
- caricamento letture
slogan-regione-contributi-covid

Lo spot della Regione

 

«Le Regione travisa la realtà, non sono i Dpcm ma la pandemia a colpire i marchigiani». Sono le parole dei parlamentari e dei consiglieri regionali marchigiani del M5S, che metteno nel mirino lo spot della giunta Acquaroli sui contributi stanziati alle imprese per l’emergenza Covid, il cui bando parte domani. Nel volantino della Regione è scritto “Contributo alla ripartenza rivolto alle microimprese colpite dai Dpcm per l’emergenza Covid”.  «La Regione Marche – dicono i pentastellati – ha stanziato 10 milioni di euro per supportare, con un contributo a fondo perduto, le micro-imprese regionali che hanno dovuto chiudere nelle ultime settimane per le restrizioni introdotte con gli ultimi Dpcm. Iniziativa sicuramente positiva, se non fosse che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi. Nel pubblicizzare l’iniziativa lo staff di Acquaroli ha voluto rimarcare come in Regione Marche abbiano le idee un po’ confuse riguardo alla crisi pandemica attuale. Le imprese italiane e marchigiane, al pari di quelle di tutto il mondo, così come tutti i cittadini, non sono colpiti dal Dpcm, come invece campeggia in bella vista sul sito istituzionale. Smettiamola con la demagogia. Usare dei provvedimenti emergenziali necessari per combattere la pandemia, e basati solo su dati epidemiologici, per fare della bassa polemica politica è quantomeno desolante».

 

Contributo alla ripartenza, apre domani il bando

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X