Contromano per bloccare la moglie,
a casa botte e spintoni:
bancario sotto accusa dal Gup

CIVITANOVA - Un 58enne deve rispondere di stalking, lesioni e violenza privata. Oggi l'udienza è stata rinviata perché l'imputato non poteva essere presente in aula
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

stalking

 

La rotatoria presa contromano con il furgone per bloccare l’auto della moglie, una manovra azzardata che rientra tra le accuse (violenza privata) di cui deve rispondere un bancario di 58 anni di Civitanova. L’uomo è imputato davanti al gup Domenico Potetti del tribunale di Macerata e oggi l’udienza è stata rinviata per il legittimo impedimento dell’imputato a essere presente. Stalking, lesioni personali e violenza privata, queste le accuse che vengono rivolte all’uomo, fatti di cui sarebbe stata vittima la moglie nel periodo in cui la coppia si stava separando. L’accusa parla di minacce di morte alla donna, di parole offensive rivolte alla consorte, e anche di violenze fisiche.

luciano-pacioni

L’avvocato Luciano Pacioni

Nel capo di imputazione si cita un episodio in cui l’uomo avrebbe dato una spinta alla donna che aveva sbattuto contro lo spigolo di un muro, di un altro, avvenuto nel dicembre del 2018, in cui avrebbe spinto la consorte contro il frigorifero, con la donna che aveva riportato un taglio alla testa. In un terzo episodio l’uomo avrebbe colpito la donna con schiaffi e pugni. Il bancario inoltre il 30 agosto del 2019 avrebbe imboccato con un furgone la rotatoria che si trova vicino a palazzo Zenit, a Corridonia, per cercare di bloccare l’auto della donna. I fatti sarebbero avvenuti dalla fine del 2018 fino al maggio scorso. Il 58enne è difeso dal legale Michele Di Ruggero. La moglie si costituirà parte civile, tutelata dall’avvocato Luciano Pacioni.

(Gian. Gin.)

***

Il nome dell’imputato non viene indicato a tutela dell’identità della vittima



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X