La musica di “Marche Concerti”,
sei appuntamenti in streaming

IL NETWORK della Regione, che riunisce le tre società dei concerti marchigiane fra cui Appassionata, rafforza l’impegno a proseguire l’attività nonostante il difficile momento legato all'emergenza sanitaria
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

FORM

La Form

 

La recente chiusura dei teatri ha nuovamente costretto tutte le istituzioni musicali e teatrali a interrompere le proprie Stagioni. Marche Concerti, il network regionale che riunisce le tre società musicali marchigiane sostenute dal Fondo Unico per lo Spettacolo (Fus), ha così deciso di proseguire comunque nella programmazione attraverso la trasmissione in streaming di alcuni concerti concepiti e prodotti in comune.  Nonostante i limiti imposti dalla situazione, la Società Amici della Musica “G. Michelli” di Ancona, l’Associazione musicale Appassionata di Macerata, e l’Ente Concerti di Pesaro intendono dunque assicurare al pubblico un’offerta musicale ricca, generosa e di grande qualità, come quella presente nel cartellone in streaming, con gli standard elevati raggiunti negli anni, anche grazie alla stretta collaborazione tra le tre istituzioni. Un messaggio che conferma la volontà di continuare l’attività per mantenere il legame con il pubblico e gli impegni con gli artisti, senza aspettare passivamente il ritorno alle condizioni precedenti alla pandemia, ma nella ferrea speranza che questo ritorno alla normalità possa avvenire nei tempi più rapidi. A parte il primo concerto presentato, gli altri cinque sono già previsti all’interno delle singole stagioni concertistiche, e sono quindi programmati sia in (eventuale) presenza che in streaming. Due di questi saranno realizzati in collaborazione con Form – Orchestra Filarmonica Marchigiana, storico partner delle tre associazioni promotrici. Per i concerti in presenza si rimanda ai siti delle singole associazioni.  Tutti i concerti in streaming saranno trasmessi sul canale YouTube di Marche Concerti, e su quelli Fb delle singole associazioni, dalle ore 19 del giorno previsto, con accesso gratuito, e rimarranno visibili per almeno 14 giorni.

Benedetto-Lupo-c-Alfredo-Tabocchini

Benedetto Lupo (foto di Alfredo Tabocchini)

 

Il primo appuntamento sarà il 4 dicembre, dalla Sala Melpomene del Teatro delle Muse, con un duo, Laura Catrani, soprano, Elisa La Marca, liuto e tiorba. Un concerto a porte chiuse, senza pubblico, incentrato sul Rinascimento musicale e sul Barocco, con loro importanti esponenti – Bartolomeo Tromboncino, Vincenzo Capirola, Giuseppino del Biado, Alessandro Piccinini e Barbara Strozzi, e due massimi della storia della musica, Claudio Monteverdi e Georg Friedrich Händel. Il secondo appuntamento sarà il tradizionale Concerto di Natale dal Teatro Rossini di Pesaro, domenica 13 dicembre, con Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana e Massimo Quarta, violino, sotto la direzione di Alessandro Bonato; sul concludersi dell’anno che doveva celebrare con migliaia di appuntamenti nel mondo Ludwig van Beethoven nel 250mo anniversario dalla nascita (16 dicembre 1770), Massimo Quarta eseguirà l’unico Concerto per violino, op. 61, scritto dal genio di Bonn, e, a seguire la sempre bella Sinfonia n. 4 op. 90,  “Italiana” di Felix Mendelssohn.

Simone-Rubino-c-marco-borggreve

Simone Rubino (foto Marco Borggreve)

Il nuovo anno si avvia con un evento propiziatorio e coinvolgente, un duo roboante: da Macerata, domenica 21 febbraio 2021, al teatro Lauro Rossi, Enrico Dindo, violoncello, Simone Rubino, percussioni. Un bellissimo programma da Bach a Piazzolla, da Hindemith a Xenaxis, e tanti altri, un dialogo tra violoncello e percussioni che mette in evidenza certamente la bravura dei due artisti, ma anche la capacità di coniugare passato e presente, armonia e ritmo, forza e dolcezza. Si torna poi a Pesaro, mercoledì 10 marzo, al Teatro Rossini con il Quartetto Werther, quartetto con pianoforte, e una proposta musicale insolita e magnifica: G. Mahler Quartettsatz per archi e pianoforte in La minore; A. Schnittke Piano Quartet; L. Van Beethoven, Quartetto per archi e pianoforte in Mib op.16a, e J. Brahms, Quartetto per archi e pianoforte in Do minore op. 60.  Penultimo appuntamento in periodo pasquale, ad Ancona venerdì 26 marzo, nella Cattedrale di San Ciriaco, con Accademia Hermans, Fabio Ciofini, organo e direzione, Roberta Invernizzi, soprano, Mauro Borgioni, basso, per le Cantate di J.S. Bach: Kantate BWV 199 am 11 Sonntag ach Trinitatis Mein Herze schwimmt im Blut; Kantate BWV 82 am Fest Mariae Reinigung Ich habe genug Kantate; Kantate BWV 32 Concerto in dialogo am ersten Sonntag nach Epiphanias Liebster Jesu, mein Verlangen. Il cartellone in streaming di Marche Concerti si conclude con un grande appuntamento e un progetto: i concerti per pianoforte e orchestra di Johannes Brahms. A Macerata, lunedì 26 aprile, al teatro Lauro Rossi, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, il pianista Benedetto Lupo, considerato dalla critica internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione, sotto la direzione di Yves Abel, saranno alle prese con un capolavoro, il Secondo concerto per pianoforte e orchestra op. 83 di Brahms, un’opera imponente di difficilissima esecuzione, evento in collaborazione con Form. Info: www.amicimusica.an.it; www.appassionataonline.it; www.enteconcerti.it.

 

Enrico-Dindo-ridotta

Enrico Dindo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X