Diffamazione, assolto Dimitri Papiri:
«E’ critica politica»

CIVITANOVA - Il vignettista è stato prosciolto al tribunale di Macerata. Era stato denunciato dall'amministratore delegato della All foods la società che si occupa della refezione scolastica a Civitanova
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

confronto-candidati-anpi-dimitri-papiri-civitanova-alta-8-325x217

Dimitri Papiri

 

Denunciato per diffamazione dal legale rappresentante della All Foods, assolto Dimitri Papiri. Il giudice del tribunale di Macerata Daniela Bellesi ha prosciolto ieri il vignettista e candidato sindaco alle ultime elezioni comunali “perché il fatto non costituisce reato”. La vicenda nasce durante la campagna elettorale del 2017 nella quale erano candidati, fra gli altri, anche Papiri nella lista civica Kleos il glorioso e Stefano Mei per il Movimento 5 stelle. Con una vignetta e un articolo Papiri aveva affrontato la questione dell’appalto delle mense da parte del comune di Civitanova in proroga nonostante la scadenza e la relazione commerciale in essere fra la ditta All foods di cui era legale rappresentante e amministratore Massimo Piacenti e lo stesso Mei. E a denunciarlo per diffamazione nel maggio 2017 fu proprio Piacenti in quanto Papiri aveva riportato le vicissitudini dell’amministratore della ditta nella vicina Umbria dove era stato indagato a seguito di alcune intercettazioni. Papiri utilizzò la parola “mazzette” che gli costò la denuncia da parte di Piacenti. Ma per il giudice quell’espressione rientra nella critica politica e ha assolto Papiri come spiega l’avvocato Roberto Gaetani: «Il mio assistito, venuto a conoscenza dell’indagine su Piacenti aveva riportato l’intercettazione tra l’altro trascritta su numerosi quotidiani con la quale Piacenti affermava: “con 3000 euro il sindaco mi porta 15 milioni di lavoro”. In quel senso Papiri parlò di mazzetta e su questa parola Piacenti ha sporto querela per diffamazione. Nonostante avessimo prodotto tutta la documentazione Papiri è stato rinviato a giudizio prima e assolto ieri. Il giudice ha accolto la tesi che quanto scritto è relativo alla critica politica e che il nucleo di verità dei fatti da cui Papiri aveva assunto la polemica politica era stato rispettato».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X