Tripletta di Ganz, Matelica ko:
cinque schiaffi a Mantova

SERIE C - Seconda trasferta amara per i ragazzi di Colavitto che cedono sotto i colpi dell'attaccante figlio d'arte. In gol per i lombardi anche l'ex Sangiustese Cheddira. Domenica l'Helvia Recina tornerà ad essere aperto al pubblico per la sfida contro l'Arezzo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mister-Colavitto

Mister Colavitto

 

Il Matelica torna a mani vuote da Mantova. Anzi, per la prima volta in stagione rimedia una sconfitta pesante (la seconda consecutiva in trasferta dopo quella di misura di Pesaro): nella sesta giornata d’andata i lombardi s’impongono per 5 a 2. Mattatore del match è l’attaccante in prestito dall’Ascoli Simone Andrea Ganz, figlio di bomber Maurizio. Di Molfetta cala il poker con una magia mentre l’ex Sangiustese Cheddira chiude i giochi in pieno recupero. Vano il momentaneo pareggio di Volpicelli ad inizio ripresa, mentre Calcagni nel finale rende meno amaro il punteggio. I biancorossi di Colavitto restano a quota dieci, a quattro lunghezze dalla capolista Sudtirol, e domenica cercheranno la rivincita domenica pomeriggio (17.30) contro l’Arezzo, ospite all’Helvia Recina che tornerà ad essere aperto al pubblico (450 spettatori previsti).

Mantova-Matelica

I giocatori del Matelica nel pre-partita di Mantova

La cronaca. Il primo squillo del match (7′) è di Ganz, Cardinali risponde presente sulla conclusione centrale ma non è impeccabile al 13′ sul tiro di Di Molfetta: da due passi Ganz porta in vantaggio i lombardi. La risposta del Matelica c’è ma non porta frutti, bravi anche i difensori locali a respingere le offensive di Leonetti e compagni. L’occasione ospite più clamorosa accade alla mezz’ora: Volpicelli crossa, Balestrero fa la sponda e Moretti calcia a botta sicura ma Checchi salva tutto a pochi passi dalla linea di porta. Il pareggio arriva ad inizio ripresa (3′): Bordo mette al centro dalla destra e Volpicelli stacca di testa siglando l’1 a 1. L’equilibrio dura pochi attimi. Infatti, quattro minuti dopo il Mantova si riporta in vantaggio e cala addirittura il tris, sempre ad opera di Ganz (tripletta per lui) grazie a due calci di rigore: al 7′ Cason atterra in area Cheddira e al 12′ lo stesso figlio d’arte viene steso da Cardinali (entrambi i matelicesi rimediano il cartellino giallo).

Mantova-MatelicaNel mezzo Volpicelli manda sull’esterno della rete. Passano altri cinque giri di lancette e Di Molfetta arrotonda il punteggio con un gol dalla distanza che beffa il portiere marchigiano. Il Matelica solo alla mezz’ora riesce ad accorciare le distanze, con il diagonale vincente che porta la firma di Calcagni. Nel finale e dal limite dell’area ci prova anche Di Renzo, ma Tozzo fa buona guardia. Nel quarto dei sette minuti di recupero gli uomini di Tiozzo protestano per un dubbio fallo di mano in area che l’arbitro non concede, sul ribaltamento di fronte è proprio Cheddira a realizzare la cinquina del Mantova. I biancorossi ora dovranno concentrare le attenzioni all’Arezzo, domenica di scena all’Helvia Recina che potrà contenere 450 spettatori Per evitare spostamenti in massa di tifoserie delle squadre ospitate e ridurre il rischio di contagi, la vendita sarà aperta ai soli residenti della regione Marche. Il costo del biglietto sarà di 15 euro per le Tribune laterali e la Gradinata locali e di 20 euro per la Tribuna centrale. Per bambini dai 7 ai 12 anni il costo del biglietto sarà di 7 euro, per i ragazzi dai 13 a 16 anni sarà di 10 euro mentre per i bambini fino a 6 anni sarà di 1 euro (biglietti disponibili solo nel punto vendita di Matelica). Per le donne il prezzo sarà di 12 euro. Al costo vanno aggiunti i diritti di prevendita, che corrispondono a un euro e dieci centesimi.

Il tabellino:

MANTOVA (4-3-1-2): Tozzo; Bianchi, Checchi, Milillo, Zanandrea (27’ s.t. Esposito), Zibert (18’ s.t. Mazza), Gerbaudo (16’ s.t. Militari), Lucas; Di Molfetta (31’ s.t. Rosso); Cheddira, Ganz (27’ s.t. Vano). A disp.: Bertolini, Tosi, Silvestro, Tosi, Saveljevs, Mazza, Cortesi. All. Emanuele Troise.

MATELICA (4-3-3): Cardinali; Fracassini (16’ s.t. Masini), Cason, De Santis (16’ s.t. Magri), Di Renzo; Bordo (16’ s.t. Calcagni), Puzzutelli, Balestrero; Volpicelli, Leonetti (1’ s.t. Franchi), Moretti (21’ s.t. Rossetti). A disp.: Martorel, Puddu, Barbarossa, Santamarianova, Baraboglia, Peroni, Ruani, Maurizii. All.: Gianluca Colavitto.

ARBITRO: Scarpa di Collegno

ASSISTENTI: Nana Tchato di Aprilia – Catallo di Frosinone

QUARTO UOMO: Lovison di Padova

RETI: 13’ p.t. , 7’ s.t. (rig.) e 12’ s.t. (rig.) Ganz, 3’ s.t. Volpicelli, 17’ s.t. Di Molfetta, 30’ s.t. Calcagni, 49’ s.t. Cheddira.

NOTE: gara a porte aperte. Ammoniti: Balestero, Checchi, Cardinali, Zibert e De Santis. Corner 3-8. Recupero: 8′ (1′ + 7’)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X