Ubriaco va a casa della compagna,
sfonda a calci il portone del palazzo

MONTECOSARO - L'uomo voleva che la donna scendesse per parlarle, ma si è rifiutata. La situazione è degenerata e i condomini hanno cercato di chiuderlo fuori dal condominio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
portone-montecosaro

La porta rotta

 

Vuole parlare con la compagna, ma lei non scende, ubriaco semina il panico in un condominio e danneggia le parti comuni: spaccato a calci il portone di ingresso. Una notte da dimenticare quella di sabato sera per i residenti di un condominio di via Roma, a Montecosaro, dove attorno all’1,30 del mattino (nella notte tra sabato e domenica), un uomo di origine pachistana ha fatto il diavolo a quattro. L’uomo era ubriaco e voleva parlare con la compagna che vive nella palazzina. La donna però si è rifiutata di scendere in strada e alla fine avrebbe ceduto e aperto la porta. L’uomo però con le sue urla e con le sue intemperanze ha svegliato l’intero condominio con i residenti preoccupati sentendo anche colpi contro la porta e grida. L’uomo dopo un po’ di tempo sul corridoio è uscito e a quel punto i residenti hanno cercato di lasciarlo fuori chiudendo il portone di ingresso. E’ a quel punto che il pachistano ha perso le staffe e iniziato a inveire contro tutti. Ha staccato da terra una panchina fatta con legno di pellet e l’ha gettata nello spazio comune, poi a calci ha distrutto il vetro del portone. Solo l’arrivo dei militari della stazione di Montecosaro ha posto fine alle sue escandescenze. Al momento non ci sono denunce. La posizione dell’uomo è al vaglio dei carabinieri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X