Montefano, nuova cucina
nella scuola “Olimpia”

TAGLIO DEL NASTRO - La soddisfazione del sindaco Barbieri: «Un obiettivo già presente nel programma elettorale e raggiunto con un investimento programmato, consentendo per la prima volta l’istituzione del tempo pieno e prolungato»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

inaugurazione-scuola-montefano-2-650x366

Il taglio del nastro

 

Taglio del nastro per la nuova cucina realizzata nella sede della scuola Primaria “Olimpia” a Montefano, alla presenza del sindaco Angela Barbieri, della dirigente di plesso Filomena Greco e di Don Ignazio che ha impartito la sua benedizione. «Un obiettivo già presente nel programma elettorale e raggiunto con un investimento programmato: la somministrazione diretta dei pasti anche alle scuole Primaria e Secondaria, oltre alla scuola dell’Infanzia, consentendo così, per la prima volta a Montefano, l’istituzione del tempo pieno e prolungato – si legge in una nota del Comune -. La precedente Amministrazione Comunale “non credeva” in questa modalità ignorando così le necessità di molte famiglie e non ha mai fatto quei passi, invece necessari, ad offrire un contesto scolastico attuale e di servizio alla comunità. Come affermato dalla professoressa Greco, il servizio mensa non è solo un sostegno alla comunità ma anche un’opportunità di socializzazione maggiore per i bambini e i ragazzi. Fino ad oggi i pasti dei bambini della sola scuola dell’infanzia erano somministrati dalle cucine della Casa di Riposo “A. Cristallini”.

inaugurazione-scuola-montefano-1-325x183Ma adeguare le cucine della casa di riposo non poteva rappresentare la soluzione ad un’esigenza diversa, quella di un servizio dedicato ai ragazzi sotto tutti i punti di vista. Peraltro, l’open space in cui si svolgono le attività comuni (recite, eventi natalizi, feste di fine anno, incontri con i genitori) non è stato affatto ridotto grazie all’utilizzo di alcune aule disponibili, mettendo così a profitto ampi spazi per la cucina».  «La scuola Olimpia doveva dotarsi di una struttura che permettesse di non dipendere in alcun modo da altri, soprattutto in questi tempi difficili, e di offrire un servizio nuovo ed atteso da tutti. afferma il sindaco, Angela Barbieri -. La nuova cucina non rappresenta assolutamente un investimento superfluo ma la risposta concreta alle necessità di tante famiglie che hanno “bisogno” del tempo pieno e prolungato per lavorare con serenità e nella certezza che i propri figli abbiano un menù pensato per loro e biologico, come raccomandato dalla Regione Marche che in tal senso erogherà un contributo economico. I posti di lavoro non sono persi, anzi: una delle cuoche della casa di riposo ha avuto completato l’orario di lavoro secondo contratto alla primaria Olimpia e ben altre tre persone sono state già assunte per garantire l’eccellenza del servizio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X