Inaugurato l’Arco della ricostruzione
sulle rive del lago di Fiastra

SISMA - L'opera è stata realizzata da Valfrido Gazzetti e vuole essere un segno di rinascita. La cerimonia del taglio del nastro si è svolta questa mattina
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

arco

L’arco sulle sponde del lago

 

Inaugurato l’Arco della ricostruzione a Fiastra, «segnale verso la rinascita». Il sindaco Sauro Scaficchia oggi ha tagliato il nastro di un’opera d’arte contemporanea realizzata da Valfrido Gazzetti e installata sulle sponde del lago di Fiastra. Oltre al sindaco, a Gazzetti e al curatore Severino Braccialarghe, hanno preso parte alla cerimonia l’assessore regionale Angelo Sciapichetti, il presidente dell’Unione Montana di Camerino e vicepresidente del Parco dei Sibillini Alessandro Gentilucci e il preside dell’Istituto scolastico Fratelli Ferri, Maurizio Cavallaro. Presenti anche i componenti della Giunta e i consiglieri di maggioranza e di minoranza.

Arco-25-luglio-650x365Scaficchia ha ricordato quanto è stato fatto finora, sottolineando che nonostante i ritardi la ricostruzione sta finalmente prendendo forma: «Circa 80 abitazioni private sono tornate agibili e in queste settimane stiamo dando una spinta decisiva per la ricostruzione pubblica: la fase di progettazione e di finanziamento è conclusa per tutte le opere, è già a buon punto il cantiere dello stabile dei servizi sanitari, che vedrà la luce a breve, ed è in partenza anche il cantiere della nuova sede comunale che gli sorgerà accanto». Il preside Cavallaro ha ricordato gli anni in cui era insegnante a Fiastra e ha sottolineato gli splendidi risultati raggiunti dai ragazzi che hanno ottenuto a giugno la licenza media. Con una media molto vicina al dieci, i ragazzi di Fiastra sono stati i più bravi di tutto l’istituto comprensivo e per questo sono stati premiati dal Comune con un buono per l’acquisto di libri. Grazie all’impegno di Severino Braccialarghe il comune di Fiastra darà seguito a questo momento artistico organizzando, per la prossima stagione, una mostra estemporanea di scultura ed installando un’altra opera che l’artista emiliano Alessandro Merlanti ha donato al Comune. La mattinata si è conclusa con l’inaugurazione di una nuova struttura ricettiva, l’agriturismo Meriggio, aperto da Emanuela Ermini ad Acquacanina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X