facebook twitter rss

Vermicelli nel farro dell’asilo,
la ditta erogatrice:
«Errore umano»

CINGOLI - I genitori e gli insegnanti hanno incontrato il sindaco Michele Vittori, l'Asp (società appaltante) e la Dussmann (a cui è stato affidato il servizio). Secondo il direttore di quest'ultima, quattro operatrici non avrebbero svolto i controlli necessari
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
68 Condivisioni

Farro (foto d’archivio)

Vermicelli nel farro della mensa dell’asilo, i genitori incontrano la scuola e il Comune. Si è svolta ieri nei locali della scuola primaria di Cingoli capoluogo la riunione organizzata dal Comune per affrontare il tema delle mense scolastiche dopo il ritrovamento di camule nei piatti di farro serviti ai bambini della materna (leggi l’articolo). I genitori e gli insegnanti hanno incontrato il sindaco Michele Vittori con l’assessore Martina Coppari, Massimo Manenti e Franco Pesaresi dell’Asp-Azienda pubblica di servizi alla persona (soggetto appaltante del servizio mensa) e Alberto Priori, direttore regionale della Dussmann service (ditta erogatrice del servizio). Priori della Dussmann ha affermato che l’episodio si è originato a causa di un «errore umano» dovuto al fatto che quattro operatrici hanno omesso di svolgere compiutamente le procedure previste in materia. Il direttore Priori ha poi aggiunto che la società è grata all’intervento dei carabinieri perché la loro indagine ha potuto escludere omissioni o l’utilizzo di prodotti che non abbiano avuto il doppio controllo previsto dall’appalto. Pesaresi dell’Asp ha ripetutamente chiesto scusa ai genitori per l’episodio, ritenendo che esso debba essere considerato marginale rispetto all’esame della pietanza condotto da un laboratorio specializzato che ha escluso comunque ogni tipo di tossicità o pericolosità.

Le giustificazioni, ovviamente, non hanno soddisfatto i genitori che, intervenendo più volte, hanno rimarcato l’inaccettabilità di vedere un piatto di farro contaminato dalle camule e chiedendo ulteriori garanzie. Il sindaco Vittori ha ribadito di essere schierato dalla parte dei genitori e, dopo aver specificato che i pasti sono confezionati esclusivamente in loco, si è dichiarato a favore dell’istituzione di una Commissione mensa. «È un preciso interesse del Comune – ha aggiunto il primo cittadino – e dei genitori che l’adempimento contrattuale della Dusmann sia controllato anche da esperti della materia come biologi e nutrizionisti, impegnandosi a far varare dal Consiglio comunale un regolamento in materia. Noi vogliamo una mensa che sia per qualità la migliore possibile e sopratutto inclusiva nella formazione dei ragazzi del nostro futuro». Per verificare poi le fasi di attuazione ci si è dati appuntamento con una nuova assemblea con i genitori entro due mesi. Si è anche affrontato il tema emerso in questi giorni della possibilità di accogliere la refezione domestica (panini portati da casa) ma sia dagli stessi genitori che dalle docenti che sono intervenute, tale possibilità è stata ritenuta del tutto inattuabile.

Vermi nella minestra dell’asilo «Ci scusiamo con bambini e genitori»

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X