facebook twitter rss

«Approvati 15 aggregati in centro,
primo passo per la ricostruzione»

CAMERINO - Il sindaco Sandro Sborgia ha annunciato il provvedimento per dare il via a interventi unitari
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

59 Condivisioni

Un momento del Consiglio comunale

 

Approvati in Consiglio comunale 15 aggregati nel centro storico di Camerino danneggiati dal sisma da recuperare con interventi unitari. «Primo passo per l’avvio della ricostruzione» dice il sindaco Sandro Sborgia. Gli uffici comunali stanno ora procedendo all’esame della definizione degli aggregati e sono state esaminate le proposte di aggregato presentate dai cittadini. Dopo l’approvazione spetterà, successivamente, all’Ufficio Ricostruzione privata procedere agli adempimenti previsti dall’ordinanza. Inoltre, nel centro storico, sono già stati costituiti 6 consorzi volontari. «È un grande e lungo lavoro, ma si sta portando avanti con grande impegno e abnegazione – dice Sborgia -. Un primo passo, che arriva a distanza di tre anni, ma concreto e significativo per l’avvio della ricostruzione in centro. I cittadini possono organizzarsi conferendo l’incarico ai progettisti. Confermiamo anche la nostra forte volontà di un rapporto sempre più stretto tra la cittadinanza, che deve essere partecipe alla macchina amministrativa, gli uffici comunali e l’amministrazione: per qualsiasi dubbio o spiegazioni le porte sono sempre aperte e siamo a disposizione di ogni cittadino». Sul sito è stata pubblicata la planimetria con evidenziati gli aggregati approvati e i consorzi già costituiti (https://www.comune.camerino.mc.it/). «Nel frattempo sono già sotto esame e si sta lavorando per concludere la proposta di un altro blocco di aggregati che abbiamo intenzione di portare nel prossimo Consiglio comunale, per l’approvazione» dice il sindaco. Intanto domani alle 21 nella sala consiliare, alla Contram in via le Mosse 19 si svolgerà il Consiglio comunale aperto sul tema della sanità.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X