facebook twitter rss

Brucia la tettoia tra due palazzine:
in fuga clienti di un ristorante (Foto/Video)

CIVITANOVA - Fiamme in via Trieste intorno alle 13, sul posto i vigili del fuoco. Un dipendente di "L'osteria della mal'ora": «Abbiamo aperto la porta del magazzino e visto le fiamme che salivano». Non ci sono stati feriti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
138 Condivisioni

di Laura Boccanera

Fumo e fiamme in pieno centro di Civitanova, dietro a Palazzo Sforza. Una tettoia a fuoco scatena il panico. «Ci hanno avvertito dalla parrucchieria, abbiamo aperto la porta sul retro e visto le fiamme, siamo scappati tutti fuori». I camerieri e i dipendenti dell’“Osteria della Mal’ora”, noto ristorante del centro hanno chiamato i vigili del fuoco e hanno evacuato il locale che alle 13,30 era pieno di clienti a pranzo. Gli avventori sono scappati impauriti, anche se di fatto il ristorante non ha subito grossi danni.

La tettoia bruciata (Foto di Federico De Marco)

Ma la paura è stata tanta oggi nel primo pomeriggio in via Trieste dove una tettoia in vetroresina che separa all’interno le due palazzine all’angolo fra via Buozzi e via Trieste ha preso fuoco. Ad originare l’incendio probabilmente alcuni mozziconi di sigarette gettati inavvertitamente e non spenti, che, complice il vento della mattinata, ha innescato il rogo bruciando prima la vetroresina e poi scendendo nel magazzino del locale dove sono stoccati fusti di birra e altri oggetti. «Stavamo lavorando – racconta un dipendente del ristorante – non ci siamo accorti di nulla fino a che dalla parrucchieria (LucaAndrea che si trova al primo piano) ci sono venuti a chiamare dicendo di far intervenire i vigili del fuoco. Abbiamo aperto la porta del magazzino e visto le fiamme che salivano». Impressionante lo spettacolo per chi si trovava nella zona: le fiamme hanno lambito tutto il chiostro interno raggiungendo il tetto. Irrespirabile l’aria nella tromba delle scale. Tutti i condomini hanno aperto finestre e porte dei balconi per arieggiare quanto più possibile i locali. Nel complesso insistono diverse attività e studi professionali. L’intervento tempestivo dei vigili del fuoco ha scongiurato il peggio: in pochi minuti le fiamme sono state domate evitando danni strutturali al locale e agli impianti. Non è stato necessario evacuare lo stabile.

(Ultimo aggiornamento alle 16,30)

La tettoia bruciata

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X