facebook twitter rss

Nuova Ugo Betti :
il progetto esecutivo a Roma
per discutere l’approvazione

CAMERINO - La pratica per la costruzione del plesso venerdì sarà sul tavolo della conferenza permanente, alla sede del commissario straordinario. Il luogo dove sorgerà è in via Madonna delle Carceri e via Ottaviani, nel complesso occuperà 15mila metri quadrati
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
7 Condivisioni

Alcuni piccoli studenti davanti alla Ugo Betti

 

Progetto esecutivo per costruire la scuola Betti di Camerino, convocata la conferenza permanente per l’approvazione. Si svolgerà giovedì a Roma, nella sede operativa del Commissario straordinario per la ricostruzione, la prima seduta della conferenza permanente e riguarderà anche l’intervento per la costruzione dell’istituto camerte che comprende scuola materna, elementare e medie. «Siamo contenti che finalmente si sia riuscita a sbloccare questa situazione rimasta in sospeso e statica per troppo tempo – commenta Marco Fanelli, assessore ai Lavori pubblici del comune di Camerino –. Ci siamo subito mossi in questi mesi contattando il commissario straordinario Piero Farabollini per far muovere le pratiche riguardanti la costruzione del nuovo plesso scolastico, che è prioritaria per la città, le famiglie, nonché tanti bambini e ragazzi oggi distribuiti in diverse strutture cittadine, ancora in una situazione provvisoria e in spazi limitati». L’assessore continua dicendo che «Nel corso dei mesi abbiamo avuto diversi incontri con gli addetti ai lavori proprio per cercare di avere delle risposte e giovedì a Roma sarà discussa l’approvazione del progetto esecutivo dopo la quale si potranno muovere finalmente i passi per dare il via ai lavori». Il luogo individuato, in cui sorgerà la struttura è in via Madonna delle Carceri e via Ottaviani. L’area di intervento ha una superficie di 8.902 metri quadri, a cui si aggiungono le superfici di pertinenza per il verde e i parcheggi, messe a disposizione dall’amministrazione comunale per un totale di circa 15mila metri quadri. L’edificio si svilupperà in parte mono piano, in parte su due piani e potrà ospitare 535 studenti (ampliabile fino a 660 studenti).

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X