facebook twitter rss

Il futuro della parola:
si apre la terza fase del progetto
di Maurizio Boldrini

MACERATA - Mercoledì alle 21 a Sforzacosta il primo appuntamento con il laboratorio al Minimo Teatro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
101 Condivisioni

 

Maurizio Boldrini

 

Al via la terza sessione del progetto “La lettura: ieri, oggi, domani” al Minimo Teatro di Sforzacosta. L’appuntamento, previsto per mercoledì alle 21, è patrocinato dall’assessorato alla cultura del Comune di Macerata e realizzato dalla Scuola di dizione, lettura e recitazione e da quella di ingegneria umanistica, entrambe dirette da Maurizio Boldrini. «Macerata vanta una storia culturale importante – afferma l’assessore Stefania Monteverde -, ricca di tante realtà che negli anni hanno saputo fare ricerca e innovazione, come il Minimo Teatro di Maurizio Boldrini. Valorizziamo la nostra capacità di offrire a tutti e gratuitamente esperienze di conoscenza per essere sempre più città che legge e città della cultura». Nel corso della prima sessione 2018, “Ieri”, sono state analizzate e studiate le partiture classiche per l’organizzazione testuale delle parole nei generi drammatici, narrativi, poetici. Nella seconda sessione 2019, “Oggi”, sono state studiate le dinamiche vocali capaci di superare le gabbie tradizionali del testo, per poi praticare una scrittura verbale finalizzata a de-generare le forme testuali e a ricercare una sorta di concilio tra parola e voce.

Gli allievi del Minimo Teatro

Nella terza sessione, “Domani”, il compito che attende i partecipanti sarà quello di tracciare le possibilità di costruire il futuro attraverso la lettura, ribaltando completamente l’utilizzo delle parole per definire le cose, le persone, le relazioni. «Per questa terza sessione del progetto – afferma Boldrini – ho scelto la formula confortevole del teatro forum, come si faceva con i film, cioè i partecipanti potranno intervenire in forma di discussione su materiali elaborati dagli attori del Minimo Teatro negli anni precedenti. Anche le più semplici osservazioni saranno rispettate nella rivisitazione dei materiali, così che pure le risultanze più inaspettate saranno frutto del contributo collettivo. La parola ci suggerirà il suo nuovo equilibrio con la voce, il corpo e le relazioni. La differenza che cerchiamo sarà poi utilizzata o rinunciata liberamente da ciascuno, l’importante è trovarla, o comunque attraversare questa possibilità, per non relegare la lettura ad accessorio d’intrattenimento». Dopo l’inizio previsto per mercoledì, il laboratorio, aperto a tutti, proseguirà venerdì 17, lunedì 20, martedì 21 e mercoledì 22 gennaio, sempre dalle 21. Nel corso dell’attività interverranno gli allievi-attori Alessandro Corazza, Jennifer De Filippi, Carla Antonia Forcina, Serenella Marano, Chiara Marresi, Luca Mitillo, Jury Peretti, Lorenzo Vecchioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X