Otto ovuli di eroina nell’intestino,
arrestato 32enne

CIVITANOVA - I carabinieri hanno controllato l'uomo, Fazal Ur Rehman, vicino alla fermata degli autobus per poi portarlo in ospedale. Aveva in corpo 70 grammi di stupefacente. Oggi è stato convalidato l'arresto, resta in cella: ha detto di essere stato pagato 250 euro per portare la droga
- caricamento letture

 

ovuli-eroina-pakistano

Gli ovuli di eroina sequestrati

 

I carabinieri lo fermano per un controllo e nonostante l’esito negativo della perquisizione resta agitato e nervoso. Così i militari lo portano in ospedale e attendono il risultato della tac: aveva in corpo ben 8 ovuli contenenti droga: 70 grammi di eroina. Luomo, un pakistano di 32 anni, Fazal Ur Rehman, è stato arrestato a Civitanova dai carabinieri del Comando provinciale di Macerata, diretti dal colonnello Michele Roberti.

Roberti_Carabinieri_FF-1-325x217

Il colonnello Michele Roberti

L’operazione rientra nel contesto di un servizio coordinato a largo raggio, finalizzato al contrasto dello spaccio di droga. I militari, circa una ventina tra le Compagnie di Macerata, Civitanova e il Reparto operativo, nel corso della scorsa notte hanno operato sia nell’entroterra che sulla costa. Diverse le persone che sono state controllate sia sulle strade che alle stazioni, ai terminal degli autobus. E proprio vicino alla fermata degli autobus di Civitanova l’equipaggio del Radiomobile della Compagnia ha notato il pakistano. I militari hanno notato che il 32enne era nervoso, che ha destato subito particolare sospetto per il suo atteggiamento nervoso alla vista dei militari. Dopo l’esito negativo della perquisizione personale, i carabinieri lo hanno poi accompagnato all’ospedale di Civitanova, per farlo sottoporre ad accertamenti al reparto di radiologia. È stata necessaria una tac per evidenziare la presenza delle otto formazioni ovulari all’altezza del retto. I 70 grammi di eroina, risultata del tipo più raffinato e puro, avrebbero fruttato nel commercio al dettaglio complessivamente circa 15mila euro. L’uomo è stato così arrestato e portato in carcere a Montacuto di Ancona.

Questa mattina è stato convalidato l’arresto. Rheman, difeso dall’avvocato Marco Romagnoli, ha detto di essersi prestato a trasportare la droga perché aveva bisogno di denaro. Al giudice ha riferito di essere stato pagato con 250 euro (50 all’andata e il resto una volta tornato con la droga). Il giudice Domenico Potetti ha confermato la custodia cautelare in carcere.

(redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X