facebook twitter rss

Tornado Matelica,
poker al Porto Sant’Elpidio

SERIE D - Il rigore di Leonetti, la doppietta di Tomassini e il gol di Rinaldi trascinano i biancorossi, terzi della classe
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
15 Condivisioni

La festa del Matelica a fine partita

 

Il Matelica cala il poker contro il Porto Sant’Elpidio e si conferma terza forza del girone F di Serie D insieme al Montegiorgio. Al Montevidoni di Sant’Elpidio a Mare, il rigore di Leonetti, la doppietta di Tomassini e il tocco sotto di Rinaldi trascinano i biancorossi a quota 25, in vista del match di domenica prossima tra le mura amiche contro la Vastese.

La cronaca. Dopo un primo sussulto locale (l’ex Borgese innesca Monserrat che esita e favorisce l’uscita di Urbietis), esce fuori il Matelica. Tomassini incorna a lato dopo la discesa di Viconti. Poi Urbietis blocca in due tempi un tiro di Coccù. I biancorossi sbloccano al 16′ su calcio di rigore: Manoni atterra Peroni in area e Leonetti trasforma alla destra di Gagliardini. Al 22′ arriva puntuale il raddoppio. Rinaldi batte l’angolo per Tomassini, che svetta e raddoppia. L’attaccante, al 26′, impatta male la sfera che diventa facile preda di Gagliardini, che alla mezz’ora si salva in angolo su Leonetti. Al 37′ Urbietis neutralizza con qualche difficoltà una conclusione dell’ex Borgese. Tomassini realizza la doppietta al 40′. Urbietis lancia lungo per Leonetti che scambia con Tomassini, il quale gonfia la rete e cala il tris prima dell’intervallo. Al 44′ è vicino il poker biancorosso e la tripletta personale: l’assistente di linea annulla per fuorigioco. I ragazzi di Colavitto controllano anche ad inizio ripresa ma al quarto d’ora si ritrovano con un vantaggio di tre gol e un uomo in meno. Infatti, Peroni rimedia il doppio giallo nel giro di pochi minuti. Il Porto Sant’Elpidio prende fiducia e prova ad accorciare con il neoentrato Ruzzier, che è pericolo in due circostanze. Urbietis respinge invece una punizione di Maio, che poi si vede annullare un gol per dubbia posizione di offside. L’inferiorità numerica non scompone i biancorossi, che trovano anche il poker al 33′ con Rinaldi. Nel recupero un diagonale di Ruzzier fa la barba al palo.

Il tabellino:

PORTO SANT’ELPIDIO: Gagliardini, Morazzini, Nicolosi, Manoni, Borgese, Monserrat (30′ s.t. Gelsi), Fermani (24′ s.t. Raffaeli), Miccoli (40′ s.t. Palestini), Maio, Coccù, Frinconi (11′ s.t. Ruzzier). A disp.: Giachetta, Cantarini, Malavolta, Mazzieri, Corazzi. All.: Mengo.

MATELICA: Urbietis (38′ s.t. Amoruso), Visconti, Di Renzo, Croce, Pupeschi, De Santis, Rinaldi (40′ s.t. Severini), Bordo, Tomassini, Leonetti, Peroni. A disp.: Demoleon, Busi, S. Di Renzo, Bugaro, Barbetta, Moretti, Valenti. All.: Colavitto.

TERNA ARBITRALE: Mallardi della sezione di Bari (Martone della sezione di Voghera – Manzini della sezione di Voghera)

RETI: 16′ p.t. Leonetti, 22′ p.t. e 40′ p.t. Tomassini, 33′ s.t. Rinaldi

NOTE: Ammoniti: Leonetti, Cuccù, Peroni, Raffaeli, Amoroso. Espulso: Peroni al 14′ s.t. (doppio giallo). Angoli: 2-6. Recupero: 4′ (0’+4′)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X