facebook twitter rss

Papa Francesco riceve l’opera di Calisti:
«Non dimenticarti di pregare per me»

DONO - La dedica del Santo Padre dopo la consegna del quadro dell'artista maceratese da parte della Confraternita dei frati minori Cappuccini
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
303 Condivisioni

 

Il ministro provinciale Fra Sergio Lorenzini illustra a Papa Francesco l’opera dell’artista maceratese Stefano Calisti

 

I 73 frati minori cappuccini, che hanno incontrato Papa Francesco il mese scorso, hanno voluto fargli dono di un quadro dell’artista maceratese Stefano Calisti, in memoria della nostra meravigliosa terra. L’opera, appositamente personalizzata per l’evento, è stata illustrata al Santo Padre da Fra Lorenzini, ministro provinciale, che ha tenuto anche a ringraziare il pontefice a nome di tutti i frati per le visite nella nostra regione, in particolare per quelle a Camerino e alle popolazioni terremotate, occasioni molto sentite e apprezzate. «La gioia è la vostra fortezza», ha poi detto loro Papa Francesco, con l’intento di incoraggiarli e invitarli a seguire un programma di vita che affonda le sue radici nella fraternità e nella semplicità.

Stefano Calisti con il quadro donato al pontefice

«Quando mi è arrivata sul cellulare la prima foto del pontefice con il mio quadro – dice l’artista – la gioia è stata immensa, ma quando mi è giunta quella in cui di suo pugno scrive una dedica sul mio catalogo, l’emozione è stata talmente forte che mi sono commosso». In effetti, il Santo Padre non ha mancato di esprimere all’artista la sua gratitudine e la gioia di ricevere questo dono. «Caro Stefano, grazie tante – scrive Papa Francesco – che Dio ti benedica e non dimenticarti di pregare per me». L’artista ha anche raccontato la sua totale sorpresa nel raggiungere con le sue opere anche il pontefice: «I miei quadri – afferma Calisti – sono andati in tutto il mondo, a vescovi, prelati, ambasciatori, politici, attori, registi, cantanti, direttori d’orchestra, poeti, scrittori, conduttori televisivi, ministri, ecc., ma non avrei mai pensato di arrivare al Papa». Non sono mancati i ringraziamenti rivolti ai suoi compaesani: «Voglio dedicare questo magnifico evento ai miei concittadini e a tutti i marchigiani, che dall’inizio della mia carriera artistica fino ad oggi hanno creduto e credono ancora in me». Un motivo di orgoglio per la città di Macerata e per l’intero territorio.

 

La dedica di Papa Francesco sul catalogo dell’artista

 

Papa Francesco con Fra Lorenzini

 

Il quadro di Calisti donato al pontefice in occasione dell’incontro

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X