facebook twitter rss

Siccità, 27 Comuni a rischio
«Possibile crisi idrica a breve»

ALLERTA lanciata dal Tennacola agli enti dell'Aato 4. Coinvolte 13 città del Maceratese e 14 del Fermano
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
637 Condivisioni

Foto d’archivio

 

Siccità, ventisette comuni a rischio. La comunicazione è arrivata in questi giorni dal Tennacola, la società che gestisce il servizio idrico integrato per conto dell’Aato 4, di cui fanno parte 13 comuni del Maceratese e 14 del Fermano. In particolare, per la nostra provincia: Colmurano, Gualdo, Loro Piceno, Mogliano, Monte San Giusto, Monte San Martino, Penna San Giovanni, Petriolo, Ripe San Ginesio, San Ginesio, Sant’Angelo in Pontano, Sarnano, Urbisaglia. Per la provincia di Fermo: Falerone, Francavilla d’Ete, Magliano di Tenna, Massa Fermana, Montappone, Monte San Pietrangeli, Monte Urano, Monte Vidon Corrado, Montegiorgio, Montegranaro, Porto Sant’Elpidio, Rapagnano, Sant’Elpidio a Mare, Torre San Patrizio. Le scarse piogge degli ultimi mesi hanno messo a dura prova le risorse idriche dell’acquedotto  e così la società ha messo in allerta le istituzioni, anche per avvertire la popolazione e sensibilizzare sui possibili sprechi.  «A seguito della costante diminuzione della disponibilità idrica, dovuta al perdurare della siccità e alla mancanza di precipitazioni significative – spiega la società nella lettera che è stata inoltrata ai comuni dell’Aato 4, alla Regione, alle prefetture di Macerata e Fermo e alle due Province – si pre-allertano gli enti circa la possibile insorgenza di una crisi idrica a breve». La società si è già messa al lavoro per attivare gli impianti di captazione di soccorso e per intervenire su reti e serbatoi. E al momento la situazione è ancora nella norma.

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X