Overtime, premiate le firme
del giornalismo sportivo

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
premiazioni_overtime-2-650x366

Le premiazioni ieri al teatro della Filarmonica

Sport e giornalismo protagonisti a Macerata in occasione del Festival del Racconto, Etica e Giornalismo Sportivo. Si è svolta ieri al Teatro Filarmonica di Macerata la premiazione della rassegna Overtime Web Festival, premio interamente dedicato al racconto e al giornalismo sportivo. La cerimonia di gala, anticipata dal convegno organizzato dall’Università degli Studi di Macerata e presieduto dalla professoressa Lucia D’Ambrosi “Lo sport nella comunicazione del web e della televisione: linguaggi a confronto”, ha visto la premiazione di alcune firme e scrittori nazionali che che si sono contraddistinti nel corso della propria carriera professionale. Presenti e premiati tra gli altri, giornalisti del calibro di Furio Zara (Domenica Sportiva), Gianni Mura, Angelo Carotenuto (Repubblica), Daniele Bartocci, Fulvio Paglialunga, Gigi Riva, Alberto Facchinetti e Vittorio Scarpelli. Miglior testata sportiva, per la quarta volta consecutiva, OaSport guidata dal direttore Federico Militello il quale ha tenuto un corso di giornalismo sportivo in questi giorni  aUnimc. «A contraddistinguere Overtime sicuramente la forza nelle dirette Live e nella capacità di attribuire la medesima rilevanza a tutte le discipline sportive», così il direttore Militello accompagnato dal suo collega OaSport Enrico Spada.

premiazioni_overtime-1-325x183Per il secondo anno di fila Daniele Bartocci vince il premio Overtime Web Festival “per aver raccontato lo sport italiano con professionalità, passione e approfondimento” dopo i successi ottenuti in occasione del Premio Renato Cesarini (miglior giornalista under 30) e Myllennium Award all’Accademia di Francia a Roma.

Per la nona volta negli ultimi anni, Macerata è diventata la capitale dello sport italiano, grazie ad Overtime, il Festival del Racconto, dell’Etica e del Giornalismo Sportivo Date, ricorrenze e insolite coincidenze. Numeri di maglie, record, cronometri e chilometri. Questo il filo conduttore dell’edizione 2019 della manifestazione organizzata dalla Pindaro Eventi di Michele Spagnuolo in collaborazione con Regione Marche, Comune di Macerata, Unimc e con il patrocinio di Rai, Provincia di Macerata, Coni Marche, CIP Marche, Panathlon International Club.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X