facebook twitter rss

Colle Regnano risorge dalle ceneri
«Il sisma un mostro che si può vincere»

TOLENTINO - L'agriturismo chiuso dopo le scosse del 2016 riaprirà domani: quattro nuovi lodge in bio-edilizia e con un tocco artistico. La titolare: «In questi ultimi tre anni ho vissuto una forte altalena di emozioni ma la rabbia, la frustrazione, lo sgomento di aver perso tutto sono state vinte dalla speranza di poter ricostruire»
sabato 28 Settembre 2019 - Ore 11:16 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
164 Condivisioni

L’agriturismo Colle Regnano

 

A tre anni dal sisma risorge una attività turistica di Tolentino che, negli anni scorsi molto aveva fatto parlare e che aveva ottenuto importanti riconoscimenti nazionali per tutte le attenzioni costruttive di bio edilizia che erano state adottate. Domani alle 16, infatti, riapre l’agriturismo Colle Regnano.

La titolare Patrizia Francioni con tanto impegno personale è riuscita a realizzare quattro nuovi alloggi, a cura dell’architetto Cesare Salvatori, utilizzando quanto più possibile le ultime tecniche e materiali ecosostenibili come ad esempio l’acciaio, fibra di legno e legno, garantendo un’ottima coibentazione, che consentiranno di ospitare nuovamente turisti. Sono infatti a disposizione quattro nuovi lodge, realizzati dalla Cemeco che si è messa a disposizione per questa nuova progettazione, tutti completamente diversi e arredati con passione e personalità, che sono stati denominati “Albero della Vita”, “Rosso Peperoncino”, Casa della Fortuna” e “Ambarabaciccicocò”. A questi va aggiunto il locale riservato alla direzione. Tutte le nuove sistemazioni hanno al loro esterno dei bellissimi dipinti a tema, realizzati dall’artista Emilia Pieroni che ha voluto interpretare lo stile delle quattro “villette” che risultano essere ancora più belle. «In questi ultimi tre anni – sottolinea Patrizia Francioni – ho vissuto una forte altalena di emozioni ma la rabbia, la frustrazione, lo sgomento di aver perso tutto sono state vinte dalla speranza di poter ricostruire Colle Regnano, seppur delocalizzando e con un certo accollo personale. Ora riapriamo, siamo pronti ad accogliere nuovamente i turisti con quel sentimento di ospitalità che ci ha sempre contraddistinto. Il sisma è un mostro terribile ma con caparbietà si può vincere e si può nuovamente tornare ad avere una vita, anche professionale, che guarda al futuro, piena di speranza. Adesso ci attende la grande festa di riapertura. Vi aspettiamo».

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X