facebook twitter rss

San Claudio vede la Prima,
Visso retrocede in Terza

SECONDA CATEGORIA: IL PUNTO, LA TOP 11 E IL PERSONAGGIO - Gli uomini di Cesaretti vincono lo scontro diretto con il Telusiano (decisivo capitan Bartolucci) e scavalcano il Casette d'Ete: si decide tutto giovedì 25 contro la Vigor Sant'Elpidio Viola. Nel girone F, i ragazzi di Pelagaggi vengono sconfitti a Sarnano e salutano dopo un solo anno di permanenza
lunedì 15 Aprile 2019 - Ore 13:36 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
778 Condivisioni

 

Il San Claudio

 

di Michele Carbonari

Impresa del San Claudio nella penultima giornata del girone E di Seconda categoria. I rossoblu di Cesaretti violano il campo del Telusiano e scavalcano il Casette d’Ete (caduto nel derby con la Dinamo Veregra): decisivo un guizzo di capitan Bartolucci su un assist al bacio di Meschini, nel primo tempo. Negli ultimi 90′ servirà uno sforzo per superare l’ostacolo Vigor Sant’Elpidio Viola, che in questo turno ha battuto all’inglese il Csi Recanati. Gli uomini di Raffaeli invece scivolano al quinto posto, condiviso insieme al Montegranaro (tris interno allo United Civitanova, già retrocesso), e vengono superati dalla Vis Faleria (vano il momentaneo pareggio di Lamponi dell’Aries Trodica).

Una formazione del Real Porto

Sale ai piedi del podio e a tre punti dalla vetta il Real Porto, forte della vittoria contro il San Giuseppe tra le mura amiche: a segno, una volta per tempo, il capocannoniere Sampaolesi (di testa) e Fossatelli (dagli undici metri). Si giocheranno la salvezza ai playout Montecassiano e Morrovalle, entrambe ko nel turno appena passato e con quest’ultima che accetta le dimissioni di Giovanni Camilletti e affida la squadra al morrovallese doc Giovanni Torresi (con lui la vittoria in Terza un paio di stagioni fa). I rossoblu, che sbloccano con il jolly di Ignacio Giaconi, cadono in trasferta contro la Pennese, la quale rimonta trascinata da De Caro (in mischia) e Danilo Paoletti (su schema da punizione laterale). I biancorossi invece scivolano al Comunale di Borgo Pintura al cospetto dell’Accademia Montefano, che continua a stupire e gonfia la rete al 90′ grazie alla girata di Peloni (su cross di Giampieri).

Luca Giannini, portiere del Cska Amatori Corridonia

La penultima giornata, in Seconda, è anche il turno dei portieri: quattro di loro si esaltano neutralizzando rigori. Nel gruppo D, Marco Spurio, fratello del titolare, chiude la saracinesca e permette al Victoria Strada di espugnare il terreno dell’Agugliano Polverigi (in gol Mazzi nel secondo tempo). Gli altri tre sono protagonisti nel girone F, due dei quali nella stracittadina di Tolentino tra Elfa e Juventus Club. Quest’ultima sblocca con Salvatori, servito da Llaque Romero (anche lui a segno nella ripresa). Nel mezzo si scatenano i locali: Mogliani pareggia di testa sull’angolo di Matteo Rossini, il quale serve Pettinari che ribalta il punteggio. L’ex Sarnano e Urbis Salvia firma il poker sulla parata di Salvucci nel rigore fallito dallo stesso Rossini (in precedenza il tris di Ruggeri). Sul fronte opposto, Giovagnini para il terzo rigore stagionale, questa volta al subentrato Loprieno (4-2). Stesso punteggio nel big match e scontro diretto di Corridonia tra Cska Amatori e Belfortese, con la prima che scavalca la seconda. Casoni sblocca su punizione, poi Amaolo, Petritoli e Trobbiani firmano la rimonta. De Ronzi prova a riaprire la contesa, ma Carletta cala il definitivo 4-2. Sugli scudi anche il numero uno locale Giannini, che indovina il rigore di Quadraroli.

L’Elfa Tolentino

È anche tempo di verdetti e dopo essersi assicurata la promozione in prima, la capolista Settempeda estromette dai playoff la Folgore Castelraimondo: il rigore di Rocci, conquistato da Marasca, decide il derby (nel finale traversa di Sfrappini e gol annullato a Borioni). I ragazzi di Carucci si ritrovano a meno 15 dall’Elfa, che quindi salterà il primo turno degli spareggi playoff. È matematica anche la retrocessione del Visso, ultimo in classifica, in Terza categoria. Si spegne a Sarnano la favola dei ragazzi di Pelagaggi, in un anno tribolatissimo ma portato avanti con cuore e determinazione. Mariselli e la doppietta di Massucci regalano invece ai biancocelesti un successo che mancava da ben nove turni. Il Real Tolentino dovrà passare per i playout, dopo il pareggio di Macerata contro la Vigor: botta e risposta nella ripresa tra Colonnelli e Salvucci. Sarà un autentico spareggio quello che giovedì 25 vedrà incrociate Sefrense e Ripesanginesio, entrambe ko nel turno appena trascorso e divise da un solo punto, quello che garantisce la matematica permanenza in categoria (al momento in mano ai ragazzi di Campetella). I quali sabato vanno ko ad Esanatoglia: decisiva la doppietta di Rasino (su assist di Jonuzi e di Guidarelli), che riscatta i ragazzi di Ferranti in seguito all’uscita dalla semifinale di Coppa Marche ai rigori contro il Piceno United. I rosanero (vana la doppietta di Boe su rigore) subiscono invece la cinquina dall’Appignanese, che timbra il cartellino con capitan Compagnucci (doppietta), Guerrero, Roccetti e Stura (2-5).

Il Visso, matematicamente retrocesso in Terza

Incognita per quanto riguarda CaldarolaSan Francesco Cingoli, non disputata su disposizione dei due commissari presenti al campo (leggi l’articolo). Immediata la reazione del presidente Leonardo Maccari (leggi l’articolo). Nel girone G il Borgo Mogliano si assicura un posto nei playoff piazzando il blitz nella tana del Valtesino, steso da un pallonetto da fuori area ad opera di Scarpeccio nonostante l’inferiorità numerica. Risultati e classifiche.

La top 11 (4-3-3): Marco Spurio (Victoria Strada); Paoletti (Pennese), Massi (Settempeda), Battista (Cska Amatori Corridonia); Baiocco (Esanatoglia); Alfieri (Real Porto), Daniele Appignanesi (Borgo Mogliano), Compagnucci (Appignanese); Mariselli (Sarnano), Peloni (Accademia Montefano), Pettinari (Elfa Tolentino). All.: Cesaretti (San Claudio).

Il personaggio della settimana: Pettinari (Elfa Tolentino). La sua doppietta regala la matematica finale playoff del girone F ai ragazzi di Eleuteri, che sognano di approdare direttamente allo spareggio con la vincente del gruppo E. Infatti sono nove e dieci le lunghezze che separano la seconda della classe da Cska Amatori Corridonia e Belfortese, un passo falso delle due inseguitrici potrebbe spianare la strada all’Elfa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X