facebook twitter rss

Uomini maltrattati
e famiglie conflittuali,
arriva il progetto “Mediante”

TREIA - L'associazione Il Lume offre servizi gratuiti per la prevenzione e il reinserimento
venerdì 12 Aprile 2019 - Ore 12:02 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
521 Condivisioni

Autori di violenza, uomini maltrattati e famiglie altamente conflittuali sono i destinatari di tre nuovi servizi completamente gratuiti avviati, nell’ambito del progetto “Mediante” dall’associazione di volontariato Il Lume di Treia. Hanno aderito gli Ambiti sociali di Macerata, Fabriano e Fossombrone.

Con “Mediante” si avviano due diversi servizi che coprono i bisogni di riabilitazione e reinserimento di autori di violenza ma anche di uomini maltrattati e a fianco di queste azioni dirette con le persone singole, anche un servizio per prevenire la violenza familiare attraverso l’accoglienza dei nuclei spesso teatro di conflitti anche molto forti e persistenti nel tempo, i cui componenti vivono una situazione di sofferenza, rabbia, frustrazione, derivata dall’incapacità di mettere in atto strategie alternative. Nel tempo, infatti, è emersa con chiarezza l’importanza che, accanto alla cura delle donne vittime di violenza, riveste una importante azione di recupero degli autori di violenza per prevenire ricadute e rendere più pacificata la situazione e magari anche totalmente recuperata. Nell’ambito dell’esperienza acquisita con il progetto Vida Il Lume ha avviato negli ultimi due anni una prima azione di trattamento per autori di violenza “VidaA è stata una esperienza importante che ci ha visti operare in collaborazione con i servizi del territorio con una precisa metodologia di intervento che declina il Modello CSC – consulenza sociale di cura di Zen/Banzato – per il target specifico –  afferma la responsabile del Lume Angela Dea Tartarelli – Tale modello è il frutto di anni di esperienza, studio e ricerca con diversi target di bisogno e sarà quindi anche utilizzato per la realizzazione strutturata e integrata con il territorio dei percorsi di ogni utente accolto nei servizi ». Il servizio è gratuito per tutti i richiedenti residenti nella Regione Marche, in quanto coperto dal finanziamento pubblico del progetto.  I tre servizi saranno prenotabili chiamando il numero 338 3489008 o inviando una mail di richiesta a: progettomediante@gmail.com per fissare il primo colloquio. In tale occasione sarà stabilito orario e luogo dell’incontro



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X