facebook twitter rss

Alimenti per il benessere degli anziani,
sperimentazione nelle case di riposo

GAGLIOLE - Sono stati presentati nella struttura “Alessandro Chierichietti” i cibi funzionali del progetto “Probiosenior”, che ha l'obiettivo di rafforzare il sistema immunitario e mantenere il benessere dell'intestino. Sono realizzati dallo spin off Unicam Synbiotec
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
918 Condivisioni

L’assessore Manuela Bora con uno degli ospiti della casa di riposo

 

 Cibo per dare maggiore benessere ai più anziani e renderli più forti nei confronti del tempo che passa: sono stati presentati questo pomeriggio nella casa di riposo “Alessandro Chierichietti” di Gagliole, gli alimenti funzionali del progetto “Probiosenior”, che ha l’obiettivo di rafforzare il sistema immunitario e mantenere il benessere dell’intestino. Sono realizzati dallo spin off Unicam Synbiotec, arricchiti con probiotici, batteri buoni per l’intestino che facilitano il mantenimento della flora intestinale e di riflesso il benessere dell’organismo, rallentando il processo di ossidazione delle cellule ed il livello generale di infiammazione, che con l’aumento dell’età subiscono un’impennata.

I prodotto Synbiotec

Alla presentazione sono intervenuti l’assessore regionale alle attività produttive Manuela Bora, il sindaco di Gagliole Sandro Botticelli, il rettore Unicam Claudio Pettinari, il presidente Synbiotec che ha sviluppato i prodotti Alberto Cresci, il coordinatore degli ambiti sociali Valerio Valeriani, Stefano Sabbatini presidente casa riposo Gagliole e la ricercatrice Maria Cristina Verdenelli che ha sviluppato gli alimenti, tra cui succhi di frutta, yogurt e gustoso cioccolato, mozzarella, ricotta, primo sale, la dirigente regionale Patrizia Sopranzi. «L’obiettivo è quello di sperimentare alimenti funzionali con probiotico – ha spiegato Verdenelli – per migliorare le condizioni di vita dei senior, in cui le patologie legate ad ossidazione ed infiammazione si accentuano al crescere dell’età, per cui è importante mantenere in equilibrio la flora intestinale, garantendo loro maggiore benessere. Sarà effettuato uno studio scientifico, ad altri anziani saranno dati alimenti senza probiotico, a fine studio saranno esaminati i risultati».

Il progetto è finanziato con due milioni di euro grazie ai fondi Por Fesr europei, messi a bando dalla Regione ed avrà durata triennale. Gli alimenti saranno consegnati e sperimentati su 150 anziani, nelle case di riposo di Gagliole e San Severino, al centro Alzheimer di Camerino e a domicilio nei dintorni, nella residenza protetta di Sarnano, nelle case di cura private di Jesi ed Ancona. Ad un altro gruppo di anziani saranno dati gli stessi alimenti, ma senza probiotico ed al termine dei sei mesi di somministrazione si vedranno le differenze nei risultati. Il team di ricerca si attende un miglioramento nelle condizioni fisiche di coloro che utilizzeranno i probiotici. I dati saranno inseriti in una piattaforma ed elaborati a fini statistici. Sono coinvolti oltre a Synbiotec e Synbiofood, il caseificio Val D’Apsa, It innovative technology, Fidoka, le Unioni montane di San Severino e Camerino e dei Monti Azzurri ed i relativi ambiti sociali, la Coos Marche, Labor Spa, le università di Camerino e Firenze. «Interessanti ricadute del progetto sulle imprese sono lo sviluppo del partneriato pubblico privato, che potrà continuare anche successivamente – ha concluso Verdenelli – si registra un significativo impatto economico ed occupazionale nel breve termine dei 36 mesi del progetto, per cui si stima un incremento diretto di circa 25 unità occupate, di cui 15 qualificate, dedicate esclusivamente al progetto». Sottolineato dall’assessore Manuela Bora il forte aspetto di innovazione del progetto, un esempio da replicare anche in altre realtà produttive.

 

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X