facebook twitter rss

Un’arma in più contro il diabete,
donato un nuovo strumento

RECANATI - Consegnato oggi all'ospedale di comunità il Biotesiometro plus, molto efficace per le diagnosi. Ceriscioli: «L'ambulatorio si pone così in una posizione di eccellenza»
mercoledì 9 Gennaio 2019 - Ore 20:07 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
51 Condivisioni

 

Donato dal Rotary club cittadino, è stato inaugurato oggi un nuovo strumento per l’ambulatorio di diabetologia dell’ospedale di comunità di Recanati. Si chiama Biotesiometro plus e permette approfondimenti diagnostici complessi nelle alterazioni del sistema nervoso periferico. Sintomi che possono essere causati dal diabete mellito. Soprattutto la malattia del “piede diabetico”, che colpisce circa il 15 percento dei diabetici ed è la causa più frequente di ospedalizzazione e amputazione. Un’altra complicanza che può essere approfondita con questo strumento è la neuropatia diabetica, che coinvolge metà dei pazienti e a volte si manifesta senza sintomi. L’apparecchio permetterà quindi al personale diretto dal medico Gabriele Brandoni di formulare diagnosi prima e meglio. I fondi per acquistarlo sono stati raccolti con il ricavato della serata musicale organizzata da Rotary e scuola di musica Beniamino Gigli lo scorso 16 settembre. Oggi la cerimonia di consegna dello strumento ha visto la presenza anche del governatore Luca Ceriscioli e del direttore dell’Area Vasta 3 Alessandro Maccioni. Con loro il sindaco Francesco Fiordomo, la presidente del Rotary cittadino Patrizia Manzotti, il consigliere regionale Francesco Micucci e la direttrice sanitaria dell’Asur Nadia Storti. «L’ospedale si è dotato di un uno strumento diagnostico all’avanguardia che migliorerà i percorsi di cura e la qualità di vita a tanti pazienti diabetici – ha sottolineato Ceriscioli -. La Diabetologia di Recanati si pone, di conseguenza, in una posizione di eccellenza nella prevenzione e nella cura delle complicanze della malattia. Assolve appieno al ruolo di ospedale di comunità, offrendo qualità assistenziale e servizi in prossimità del luogo di residenza. Un ringraziamento particolare va rivolto ai donatori che, con il loro gesto, testimoniano l’attaccamento della cittadinanza alla propria struttura ospedaliera e un alto senso civico davvero apprezzabile».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X