Castelsantangelo,
acqua inquinata da un mese

VIETATO bere e lavarsi dal 30 agosto. Nella piazza è stata sistemata un'autobotte. L'Assm, che gestisce il servizio, è ancora in attesa delle analisi dell'Asur
- caricamento letture

 

acqua-castel-1-650x488

L’autobotte per l’approvvigionamento

 

Vietato bere acqua dei rubinetti e lavarsi. Da quasi un mese a Castelsantangelo sul Nera nell’area del capoluogo e nella frazione di Macchie l’acqua è inquinata. A dirlo le rilevazioni dell’Assm che già il 30 agosto segnalava al Comune “l’esito sfavorevole” delle analisi sulla fontana pubblica del cimitero. Il problema è legato a un’elevata carica batterica.

acqua-castel

L’avviso per i cittadini

Nella piazza del comune terremotato, vicino all’area sae più grande, è stata subito portata un’autobotte. Il giorno dopo, il 31 agosto, il servizio è stato sospeso per qualche ora per permettere l’intervento di ripristino ma da allora non ci sono aggiornamenti sullo stato dell’inquinamento. I cartelli arancioni dell’azienda tolentinate che ha preso in carico il servizio idrico restano appesi davanti ai negozi e a qualche albero. Molti, dopo giorni di incertezza, hanno anche smesso di usare l’autocisterna e hanno ricominciato a cucinare e lavarsi con l’acqua del rubinetto. A oggi, negli uffici dell’Assm, non ci sono ancora comunicazioni sull’esito delle analisi effettuate dall’Arpam (che andranno poi comunicate tramite Asur) dopo l’intervento per rendere l’acqua di nuovo potabile.

(Fe. Nar.)

acqua-inquinata-castelsantangelo

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X